Anticorpi Monoclonali Anti CD20

Gli anticorpi monoclonali utilizzati nell’immunoterapia sono prodotti artificialmente da un clone di cellule, quindi sono costituiti da un unico tipo di immunoglobulina. Sono diretti contro antigeni specifici e si legano agli antigeni per formare un complesso. Il complesso può essere riconosciuto e distrutto dai fagociti o utilizzato per altri scopi diagnostici. Gli anticorpi naturali sono proteine ​​prodotte dai linfociti B in risposta agli antigeni. Ogni cellula B produce un solo tipo di anticorpo. Quantità significative di un particolare anticorpo sono necessarie per scopi terapeutici. Questi sono ottenuti da una coltura che produce un tipo di anticorpo chiamato anticorpi monoclonali. 

Gli anticorpi monoclonali anti CD20 sono diretti contro gli antigeni delle cellule B. È usato per trattare il linfoma non-Hodgkin a cellule B , la porpora trombocitopenica immunitaria, la sclerosi multipla e l’artrite reumatoide. Dall’introduzione della terapia con anticorpi monoclonali anti-CD20, c’è stato un notevole aumento dei tassi di sopravvivenza per i linfomi a cellule B.

Gli anticorpi monoclonali anti CD20 vengono utilizzati da soli o aggiunti ai regimi chemioterapici.

Gli anticorpi monoclonali anti CD20 sono elencati di seguito:

  • Rituximab
  • Ocrelizumab
  • Ofatumumab
  • Obinutuzumab
  • Ibritumomab
  • Tositumomab

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here