Appendicite

L’appendice si trova nella parte inferiore destra dell’addome, dove si incontrano l’intestino tenue e l’intestino crasso. L’appendice è un tipo lungo circa 10 cm, attaccato alla prima parte dell’intestino crasso. La funzione dell’appendice non è completamente nota. Una teoria suggerisce che l’appendice funge da deposito per i batteri buoni, consentendo di riavviare il sistema digestivo dopo le malattie diarroiche. Tuttavia, la maggioranza crede che l’appendice sia una reliquia evolutiva senza benefici per la salute.

Cos’è l’appendicite?

La malattia che si verifica a causa dell’infiammazione dell’appendice è chiamata appendicite. L’appendicite è solitamente causata da un’infezione batterica. Ma l’infezione batterica non è l’unica cosa che provoca l’infiammazione dell’appendice. Oltre a un’infezione batterica, l’insorgenza di appendicite può anche essere causata da tumori nell’intestino, pezzi di feci indurite, un corpo estraneo nell’intestino.

L’appendicite è un problema comune riscontrato in circa il 5% della popolazione. Gli uomini ne sono colpiti più delle donne. Sebbene possa verificarsi a qualsiasi età, l’appendicite è molto rara nei bambini di età inferiore ai 2 anni.

Quali sono i sintomi dell’appendicite?

I sintomi più comuni di appendicite sono elencati di seguito:

  • Dolore nella parte inferiore destra dell’addome (il dolore può iniziare intorno all’ombelico. Può essere esacerbato da movimenti come tosse, camminare, saltare o salire le scale).
  • Vomito
  • Fuoco
  • Rigonfiamento
  • Costipazione o diarrea
  • Anoressia

Diagnosi di appendicite

La diagnosi di appendicite può essere difficile. Questo perché i sintomi sono simili a quelli di altre malattie, come problemi alla cistifellea, infezione della vescica o infezione del tratto urinario, morbo di Crohn, gastrite, calcoli renali, infezione intestinale e problemi ovarici.

Per diagnosticare l’appendicite, il medico ascolterà prima il tuo reclamo e ti farà delle domande. Successivamente, è possibile effettuare una diagnosi definitiva con l’esame obiettivo, il sangue e gli esami di imaging.

I seguenti test vengono solitamente utilizzati per diagnosticare l’appendicite:

  • Esame fisico per valutare il dolore : Il medico può applicare una leggera pressione sull’area dolente. Il dolore dell’appendicite è solitamente peggiore quando la pressione viene rilasciata improvvisamente, indicando che il peritoneo adiacente è infiammato.Il medico può anche cercare rigidità addominale e una tendenza a irrigidire i muscoli addominali in risposta alla pressione sull’appendice infiammata. Il medico può eseguire un esame rettale per esaminare il retto inferiore. Le donne in età fertile possono sottoporsi a un esame pelvico per verificare eventuali problemi ginecologici che potrebbero causare il dolore.
  • Esame del sangue: Come esame del sangue, l’emogramma e la PCR sono esami frequentemente richiesti. Questi esami forniscono importanti informazioni sull’infezione.
  • Analisi delle urine: Il medico potrebbe richiedere un’analisi delle urine per assicurarsi che il dolore non sia causato da un’infezione del tratto urinario o da calcoli renali.
  • Test di imaging: Il medico può anche ordinare una radiografia addominale, un’ecografia addominale, una tomografia computerizzata (TC) o una risonanza magnetica (MRI) per confermare l’appendicite o trovare altre cause del dolore.

trattamento dell’appendicite

L’appendicite è quasi sempre trattata come un’emergenza. La chirurgia per rimuovere l’appendice, chiamata appendicectomia, è il trattamento standard per quasi tutti i casi di appendicite.

L’appendicectomia può essere eseguita mediante chirurgia a cielo aperto attraverso un’incisione di 5-10 cm o mediante chirurgia laparoscopica attraverso alcuni piccoli fori. Nel complesso, la chirurgia laparoscopica consente di guarire più velocemente e con meno dolore e cicatrici. 

Tuttavia, la chirurgia laparoscopica non è adatta a tutti. Se la tua appendice si è rotta e l’infezione si è diffusa oltre l’appendice o hai un ascesso, potresti aver bisogno di un’appendicectomia aperta, che consente al chirurgo di pulire la cavità addominale.

Inoltre, se la tua appendice è scoppiata e si è formato un ascesso attorno ad essa, l’ascesso può essere drenato inserendo un tubo attraverso la pelle nell’ascesso. Un’appendicectomia può essere eseguita poche settimane dopo che l’infezione è stata controllata.

Alcune ricerche mostrano che il trattamento dell’appendicite acuta con antibiotici può aiutarti a evitare un intervento chirurgico. Il medico deciderà se questa opzione è giusta per te, tenendo conto di tutte le altre tue condizioni di salute.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here