Che cos’è vertigine? Cause e trattamento delle vertigini

La vertigine è una delle lamentele mediche più comuni che esprimono una sensazione di vertigini. È un sintomo di una serie di problemi. Può essere quando c’è un problema nell’orecchio interno, nel cervello o nel percorso del nervo sensoriale.

Le vertigini possono verificarsi a qualsiasi età, ma è più comune nelle persone di età pari o superiore a 65 anni.

Le cause più comuni di vertigini sono vertigine parossistica posizionale benigna, malattia di Meniere e vertigine ad esordio acuto.

Il trattamento è pianificato in base alla causa della malattia. I trattamenti popolari includono esercizi con movimenti fisici specifici e, se necessario, farmaci speciali chiamati agenti bloccanti vestibolari.

La prospettiva della vertigine dipende dalla causa. Gli attacchi acuti di vertigini di solito durano meno di 24 a 48 ore. Non esiste una cura per la malattia di Meniere, ma ci sono modi per curare i sintomi.

Cause di vertigine

Esistono due categorie di vertigine. Le vertigini periferiche sono causate da un problema nell’orecchio interno o nel nervo vestibolare. Il nervo vestibolare è il nervo che collega l’orecchio interno al cervello.

Le vertigini centrali (centrali) si verificano quando c’è un problema nel cervello, in particolare il cervelletto. Il cervelletto è il cervello posteriore che controlla il coordinamento dei movimenti e dell’equilibrio.

Cause di vertigine periferica

Circa il 93 percento dei casi di vertigine sono vertigini periferiche causate da uno dei seguenti:

  • Vertigine parossistica posizionale benigna (BPPV) è un  tipo di vertigine che si intensifica con alcuni cambiamenti nella posizione della testa. È causato da cristalli di calcio che galleggiano nell’orecchio interno.
  • La malattia di Meniere  è una malattia dell’orecchio interno che colpisce l’equilibrio e l’udito.
  • La vestibolopatia periferica acuta (APV)  è un’infiammazione dell’orecchio interno che provoca vertigini improvvise.

Raramente, la vertigine periferica si verifica per i seguenti motivi:

  •  comunicazione anormale tra la fistola perilifatica o l’orecchio medio e l’orecchio interno
  • erosione  causata da colesteatoma o cisti nell’orecchio interno
  • otosclerosi  o crescita ossea anormale nell’orecchio medio

Cause di vertigine centrale (centrale)

Le cause della vertigine centrale (centrale) sono:

  • corsa
  • un tumore nel cervelletto
  • emicrania
  • sclerosi multipla

Sintomi di vertigine

La vertigine è simile al disagio del movimento o ti fa sentire come se la stanza stesse girando.

I sintomi della vertigine includono:

  • nausea
  • vomito
  • mal di testa
  • inciampare mentre si cammina

Diagnosi di vertigine

Per la diagnosi di vertigini, il medico potrebbe chiederti prima di tutto. Hai le vertigini o gli oggetti intorno a te o la mia stanza si girano? ”. Questo è uno dei principali fattori distintivi tra vertigine e vertigine. Se la testa gira, questo è un segno nella direzione della vertigine.

Il medico verificherà le seguenti condizioni per la diagnosi.

  • C’è vero capogiro?
  • Perché periferico o centrale?
  • Sono presenti complicazioni potenzialmente letali?

Test per la diagnosi di vertigini

Test per determinare il tipo di vertigine:

  • Test di spinta della testa: guardi il naso del tuo medico e il tuo medico fa un rapido movimento della testa sul lato e cerca il movimento dell’occhio destro.
  • Test di Romberg: stai con i piedi uniti, apri gli occhi, quindi chiudi gli occhi e cerca di mantenere l’equilibrio.
  • Test di Fukuda-Unterberger: ti è stato chiesto di sederti con gli occhi chiusi senza appoggiarti sull’altra mano.
  • Test Dix-Hallpike: sul lettino da visita, si scende rapidamente da una posizione seduta a una posizione supina con la testa leggermente a destra o leggermente a sinistra. Il medico esamina i movimenti degli occhi per saperne di più sulle vertigini.

I test di imaging per Vertigo includono:

  • TAC
  • MRG

Sintomi da considerare

In caso di gravi complicanze, si può osservare quanto segue. È necessario considerare questi sintomi.

  • Le vertigini improvvise non sono influenzate dal cambio di posizione
  • Capogiri associati a sintomi neurologici come grave mancanza di coordinazione muscolare o nuova debolezza
  • nessuna storia di vertigini legate alla perdita dell’udito e malattia di Meniere

Trattamento vertigini

Il trattamento dipende dalla causa. I bloccanti vestibolari (VBA) sono i farmaci più utilizzati.

Gli agenti vestibolari bloccanti includono:

  • antistaminico (prometazina, betaistina)
  • benzodiazepinler (diazepam, lorazepam)
  • antiemetikler (proclorperazina, metoclopramide)

I trattamenti per cause specifiche di vertigine includono:

  • attacco di vertigine acuta: riposo a letto, VBA, farmaci antiemetici
  • BPPV: ampia manovra di riposizionamento, un’azione speciale che allenta i cristalli di calcio e li cancella dal condotto uditivo
  • vestibolopatia periferica acuta: riposo a letto, VBA
  • Malattia di Meniere: riposo a letto, farmaci antiemetici, farmaci diuretici e VBA

Fattori di rischio per le vertigini

I fattori che aumentano il rischio di vertigini sono:

  • malattie cardiovascolari, soprattutto negli anziani
  • Infezione dell’orecchio che causa uno squilibrio nell’orecchio interno
  • storia di trauma cranico
  • farmaci come antidepressivi e antipsicotici

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here