Farmaci Antipiastrinici

Le piastrine sono componenti vitali della normale emostasi a causa della loro aderenza alla parete dei vasi sanguigni danneggiati. I farmaci antipiastrinici sono farmaci che riducono la capacità delle piastrine di aderire (aggregazione piastrinica) e prevengono la formazione di coaguli di sangue. È anche chiamato farmaci antitrombocitici e antiaggreganti.

I farmaci antiaggreganti  svolgono un ruolo importante nel trattamento e nella prevenzione dell’infarto del miocardio (attacco cardiaco), della trombosi dello stent e  dell’ictus ischemico ( ictus causato da un coagulo di sangue).

I farmaci antipiastrinici possono essere suddivisi in tre tipi principali:

  • Inibitori piastrinici della glicoproteina (Abciximab Eptifibatide, Tirofiban)
  • Inibitori dell’aggregazione piastrinica (Aspirina, Cangrelor, Cilostazolo, Clopidogrel, Dipiridamolo, Prasugrel, Ticlopidina, Ticagrelor)
  • Antagonisti del recettore-1 attivati ​​dalla proteasi (Vorapaxar)

Effetti collaterali dei farmaci antipiastrinici

Gli effetti collaterali comuni includono:

  • Lividi facili 
  • Sanguinando per molto tempo
  • Nausea
  • Vertigini
  • Sanguinamento dal naso

Contatta il tuo medico se hai uno dei seguenti sintomi:

  • Sangue nelle urine
  • Sangue nelle feci
  • Tossendo sangue
  • Vomito di sangue
  • Ematoma (un grande livido che forma un nodulo)
  • Ronzio nelle orecchie.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here