Farmaci Per La Psoriasi

La psoriasi (psoriasi) è una condizione cronica della pelle con eruzioni cutanee pruriginose e secche. La psoriasi può essere trattata con farmaci orali e topici. I farmaci utilizzati nel trattamento della psoriasi sono noti anche come farmaci antipsoriasici.

Farmaci come corticosteroidi, acitretina, ciclosporina e metotrexato sono stati utilizzati nel trattamento della psoriasi per molti anni. Oltre ai trattamenti utilizzati da molti anni, molto di più è stato rivelato negli ultimi anni sul ruolo svolto dal sistema immunitario nella psoriasi e nella psoriasi. Queste nuove scoperte hanno consentito trattamenti per la psoriasi più sicuri, più mirati e più efficaci.

I corticosteroidi topici sono tra i farmaci che sono stati utilizzati per molti anni per ridurre la gravità e il trattamento della psoriasi a causa dei loro effetti di riduzione dell’infiammazione. I corticosteroidi topici generalmente non forniscono un trattamento permanente e la malattia può aggravarsi di nuovo con la sospensione.

L’acitretina è un retinoide che è una forma di vitamina A. È usato per trattare la psoriasi grave negli adulti. Tuttavia, la malattia può ripresentarsi dopo l’interruzione del farmaco.

La ciclosporina appartiene a una classe di farmaci chiamati immunosoppressori. Agisce sopprimendo il sistema immunitario. È usato nel trattamento della psoriasi grave e dell’artrite reumatoide. La forma orale del farmaco viene spesso utilizzata per la psoriasi.

Il metotrexato è un farmaco chemioterapico utilizzato in vari tipi di cancro. Viene anche utilizzato nel trattamento della psoriasi grave e dell’artrite reumatoide. È generalmente preferito quando altri farmaci non sono efficaci.

Farmaci di nuova generazione utilizzati nella psoriasi

Una volta all’interno del corpo, questi farmaci bloccano una parte del sistema immunitario che contribuisce ai sintomi della psoriasi.

Le sostanze biologiche interferiscono con:

  • Fattore di necrosi tumorale alfa (TNF-alfa), una proteina che promuove l’infiammazione nel corpo
  • Cellule T, che sono globuli bianchi
  • Interleuchine, che sono citochine (piccole proteine ​​infiammatorie) coinvolte nella psoriasi

Risankizumab (Skyrizi)

Risankizumab (Skyrizi) è stato approvato dall’American Food and Drug Administration (FDA) nell’aprile 2019.

È progettato per le persone con psoriasi a placche da moderata a grave che sono candidati alla fototerapia (terapia della luce) o alla terapia sistemica.

Risancizumab agisce bloccando l’azione dell’interleuchina-23 (IL-23).

Ogni dose consiste in due iniezioni sottocutanee (sottocutanee). Le prime due dosi vengono somministrate a distanza di 4 settimane. Il resto viene somministrato ogni 3 mesi.

I principali effetti collaterali di Skyrizi sono:

  • Infezioni delle vie respiratorie superiori
  • Reazioni al sito di iniezione
  • Mal di testa
  • Stanchezza
  • Infezioni fungine

Certolizumab pegol (Cimzia)

Certolizumab Pegol (Cimzia) era stato precedentemente approvato per il trattamento del morbo di Crohn e dell’artrite psoriasica (PsA). È stato approvato per il trattamento della psoriasi nel maggio 2018.

Cimzia tratta la psoriasi a placche da moderata a grave in soggetti candidati alla fototerapia o alla terapia sistemica. Funziona prendendo di mira la proteina TNF-alfa.

Il farmaco viene somministrato come iniezione sottocutanea ogni due settimane.

Gli effetti collaterali più comuni di Cimzia sono:

Tildrakizumab-asmn (Ilumya)

Tildrakizumab-asmn (Ilumya) è stato approvato dalla FDA nel marzo 2018. È usato per trattare la psoriasi a placche negli adulti candidati alla fototerapia o alla terapia sistemica.

Il farmaco agisce bloccando IL-23.

Ilumya viene somministrato come iniezione sottocutanea. Le prime due iniezioni vengono effettuate a 4 settimane di distanza. Successivamente, le iniezioni vengono effettuate a 3 mesi di distanza.

Gli effetti collaterali comuni di Ilumya includono:

  • Reazioni al sito di iniezione
  • Infezioni delle vie respiratorie superiori
  • Diarrea

Guselkumab (Tremfya)

Guselkumab (Tremfya) è stato approvato dalla FDA nel luglio 2017. È usato per trattare la psoriasi a placche da moderata a grave nelle persone che sono candidate alla fototerapia o alla terapia sistemica.

Tremfya è il primo biologico a prendere di mira IL-23.

Le prime due dosi iniziali vengono somministrate a distanza di 4 settimane. Tremfya viene quindi somministrato come iniezione sottocutanea ogni 8 settimane.

Gli effetti collaterali comuni includono:

  • Mal di testa
  • Infezioni delle vie respiratorie superiori
  • Reazioni al sito di iniezione
  • Dolori articolari
  • Diarrea
  • Influenza intestinale

Brodalumab (Siliq)

Brodalumab (Siliq) è stato approvato dalla FDA nel febbraio 2017. Questo medicinale è utilizzato per le persone che soddisfano i seguenti criteri:

  • Psoriasi a placche da moderata a grave
  • Candidati alla fototerapia o alla terapia sistemica
  • Persone la cui psoriasi non risponde ad altri trattamenti sistemici

Sliq agisce legandosi al recettore IL-17. Il percorso IL-17 svolge un ruolo nell’infiammazione e influenza lo sviluppo delle placche della psoriasi.

Siliq viene somministrato per iniezione. Viene somministrato come iniezione settimanale per le prime 3 settimane. Viene quindi somministrato come iniezione ogni 2 settimane.

Come altri farmaci biologici, Siliq aumenta il rischio di infezione. Inoltre, le persone con una storia di comportamento suicidario o depressione devono essere monitorate durante l’assunzione di Brodalumab.

Ixekizumab (Taltz)

Ixekizumab (Taltz) è stato approvato dalla FDA nel marzo 2016 per il trattamento di adulti con psoriasi da moderata a grave. È rivolto a persone candidate alla fototerapia, alla terapia sistemica o a entrambe.

Taltz prende di mira la proteina IL-17A.

È un farmaco iniettabile. Riceverai due iniezioni il primo giorno, ogni 2 settimane per i prossimi 3 mesi e ogni 4 settimane per il resto del trattamento.

Durante gli studi sul farmaco, la maggior parte dei partecipanti ha ottenuto una risposta completa.

Gli effetti collaterali comuni di Taltz includono:

  • Infezioni delle vie respiratorie superiori
  • Reazioni al sito di iniezione
  • Infezioni fungine

Farmaci biosimilari

I farmaci biosimilari sono farmaci prodotti mediante ingegneria inversa per ottenere risultati simili ai biologici. Il vantaggio dei biosimilari è che generalmente costano molto meno del prodotto originale.

Biosimilari Adalimumab (Humira)

  • Adalimumab-adaz (Hyrimoz)
  • Adalimumab-adbm (Cyltezo)
  • Adalimumab-afzb (aprile)
  • Adalimumab-atto (Amjevita)
  • Adalimumab-bwwd (Hadlima)

Biosimilari Etanercept (Enbrel)

  • Etanercept-szzs (Erelzi)
  • Etanercept-ykro (Eticovo)

Biosimilari Infliximab (Remicade)

  • Infliximab-abda (Renflexis)
  • Infliximab-axxq (Avsola)
  • Infliximab-dyyb (Inflectra)

Nuovi trattamenti topici

Lozione all’halobetasol propionato-tazaroten,% 0,01 /% 0,045 (Duobrii)

Nell’aprile 2019, la FDA ha approvato la lozione alobetasolo propionato-tazarotene per il trattamento della psoriasi a placche negli adulti.

Duobrii è la prima lozione a combinare un corticosteroide (propionato di alobetasolo) con un retinoide (tazarotene). Il retinoide a base di vitamina A limita la crescita eccessiva delle cellule della pelle mentre il corticosteroide antinfiammatorio cancella le placche.

Duobrii viene applicato sulle zone della pelle colpite una volta al giorno.

I principali effetti collaterali sono:

  • Dolore al sito di applicazione
  • Detriti
  • Follicolite o follicoli piliferi infiammati
  • Usura della pelle sulla lozione
  • Peeling della pelle o raccolta della pelle

Schiuma propionato di alobetasolo 0,05% (Lexette)

La schiuma di propionato di halobetasolo allo 0,05% è stata approvata dalla FDA nel maggio 2018. Il farmaco, che rientra nella classe dei corticosteroidi topici, è stato lanciato nell’aprile 2019 con il marchio Lexette.

È usato per trattare la psoriasi a placche negli adulti. Il suo scopo è eliminare le macchie sulla pelle.

Due volte al giorno viene applicato un sottile strato di schiuma sulla pelle. Lexette può essere utilizzato per un massimo di 2 settimane.

Gli effetti collaterali più comuni di Lexette sono dolore e mal di testa nel sito di applicazione.

Lozione propionato di halobetasolo 0,01% (Bryhali)

La lozione al propionato di halobetasol 0,01% (Bryhali) è stata approvata dalla FDA nel novembre 2018. La placca è destinata agli adulti con psoriasi.

Alcuni dei sintomi benefici includono:

  • Secchezza
  • Versare
  • Infiammazione
  • Formazione di placca

Bryhali viene applicato quotidianamente. La lozione può essere utilizzata per un massimo di 8 settimane.

Gli effetti collaterali più comuni sono:

  • Masterizzazione nel sito dell’applicazione
  • Dolore
  • Prurito
  • Secchezza
  • Infezioni delle vie respiratorie superiori
  • Alto tasso di zucchero nel sangue

Betametasone dipropionato spray 0,05% (Sernivo)

Betametasone dipropionato spray 0,05% (Sernivo), approvato dalla FDA nel febbraio 2016. Questo farmaco topico tratta la psoriasi a placche da lieve a moderata nelle persone di età pari o superiore a 18 anni.

Sernivo aiuta ad alleviare i sintomi della psoriasi come prurito, desquamazione e arrossamento.

Questo corticosteroide viene spruzzato e massaggiato sulla pelle due volte al giorno. Può essere utilizzato fino a 4 settimane.

Gli effetti collaterali più comuni sono:

  • Prurito
  • Combustione
  • Dolore al sito di applicazione
  • Atrofia cutanea

Medicinali usati per trattare la psoriasi nei bambini

In passato, i farmaci per gli adulti venivano usati per trattare la psoriasi nei bambini, ma negli ultimi anni sono stati approvati nuovi farmaci per l’uso nei bambini.

Schiuma di calcipotriene, 0,005% (Sorilux)

Una forma di vitamina D chiamata schiuma di calcipotriene 0,005% (Sorilux) è stata approvata nel 2019 per il trattamento della psoriasi a placche sul cuoio capelluto e sul corpo.

Nel maggio 2019, ha ricevuto l’approvazione per l’uso nei bambini di età compresa tra 12 e 17 anni. Nel novembre successivo, è stato approvato per il trattamento della psoriasi a placche sul cuoio capelluto e sul corpo nei bambini dai 4 anni in su.

Sorilux aiuta a rallentare la crescita anormale delle cellule della pelle nella psoriasi. Questa schiuma viene applicata due volte al giorno sulle zone interessate della pelle per un massimo di 8 settimane. Se i sintomi non migliorano dopo 8 settimane, consultare il medico.

Gli effetti collaterali più comuni sono arrossamento e dolore nel sito di applicazione.

Schiuma calcipotriene-betametasone dipropionato 0,005% / 0,064% (Enstilar)

La schiuma di calcipotrienina-betametasone dipropionato 0,005% / 0,064% (Enstilar) è stata approvata dalla FDA nel luglio 2019 per il trattamento della psoriasi a placche negli adolescenti di età compresa tra 12 e 17 anni.

Il calcipotriene rallenta la crescita delle cellule della pelle, mentre il betametasone dipropionato aiuta a ridurre l’infiammazione.

La schiuma viene applicata quotidianamente per un massimo di 4 settimane.

Gli effetti collaterali più comuni sono:

  • Prurito
  • Follicolite
  • Un’eruzione cutanea con protuberanze rosse o orticaria in rilievo
  • Peggioramento della psoriasi

Calcipotriene-betametasone dipropionato sospensione topica 0,005% / 0,064% (Taklonex)

La sospensione topica di calcipotriene-betametasone dipropionato 0,005% / 0,064% (Taclonex) è stata approvata dalla FDA nel luglio 2019 per l’uso nei bambini di età compresa tra 12 e 17 anni con psoriasi a placche sul corpo.

La sospensione topica era stata precedentemente approvata dalla FDA per età compresa tra 12 e 17 anni con psoriasi a placche del cuoio capelluto. L’unguento Taclonex era stato precedentemente approvato dalla FDA per adolescenti e adulti con psoriasi a placche.

La sospensione topica di Taclonex viene applicata quotidianamente per un massimo di 8 settimane. Per i bambini di età compresa tra 12 e 17 anni, la dose settimanale massima è di 60 grammi. La dose settimanale massima per gli adulti è di 100 grammi.

Gli effetti collaterali più comuni sono:

  • Prurito
  • Combustione
  • Irritazione
  • Eruzione cutanea
  • Follicolite

Ustekinumab (Stelara)

Ustekinumab (Stelara) è stato approvato dalla FDA nell’ottobre 2017 per adolescenti dai 12 anni in su. Può essere utilizzato nei giovani con psoriasi a placche da moderata a grave che sono candidati alla fototerapia o alla terapia sistemica.

Stelara blocca due proteine, IL-12 e IL-23, che sono fondamentali per il processo infiammatorio.

Viene somministrato tramite iniezione sottocutanea. Il dosaggio dipende dal peso corporeo:

  • 0,75 milligrammi (mg) per chilogrammo per adolescenti di peso inferiore a 60 chilogrammi (132 libbre).
  • 45 mg per adolescenti tra 60 kg (132 libbre) e 100 kg (220 libbre).
  • Adolescenti di peso superiore a 100 kg (220 libbre), 90 mg, che è la dose standard per adulti dello stesso peso.

Le prime due dosi vengono somministrate a distanza di 4 settimane. Successivamente, il medicinale viene somministrato ogni 3 mesi.

Gli effetti collaterali più comuni sono:

  • Raffreddore comune e altre infezioni del tratto respiratorio superiore
  • Mal di testa
  • Stanchezza

Etanercept (Enbrel)

Etanersept (Enbrel) è stato approvato dalla FDA nel novembre 2016 per il trattamento della psoriasi a placche cronica da moderata a grave nei bambini di età compresa tra 4 e 17 anni candidati alla fototerapia o alla terapia sistemica.

Enbrel è stato approvato nel 2004 per il trattamento di adulti con psoriasi a placche e nel 1999 per il trattamento di bambini con artrite idiopatica giovanile.

Questo farmaco iniettabile agisce diminuendo l’attività del TNF-alfa.

Bambini e adolescenti assumono il farmaco 0,8 mg per chilogrammo di peso corporeo ogni settimana. La dose massima che il medico prescriverà è di 50 mg a settimana, che è il dosaggio standard per gli adulti.

Gli effetti indesiderati più comuni sono reazioni al sito di iniezione e infezioni del tratto respiratorio superiore.

Trattamenti futuri

Ci sono molti studi sui farmaci sulla psoriasi in via di approvazione.

Bimekizumab

Bimekizumab è un farmaco biologico iniettabile che è stato testato come trattamento per la psoriasi cronica a placche. Funziona bloccando IL-17.

Bimekizumab è attualmente in studi di fase III. Fino ad ora, la ricerca ha dimostrato che è sicuro ed efficace.

Nello studio clinico chiamato BE SURE, bimekizumab è stato più efficace di adalimumab (Humira) nell’aiutare le persone a ottenere un miglioramento di almeno il 90% nei punteggi utilizzati per misurare la gravità della malattia.

Crema calcipotriene-betametasone dipropionato, 0,005% / 0,064% (Wynzora)

Nel 2019 è stata presentata alla FDA una nuova domanda di farmaco per Wynzora. Wynzora è una crema una volta al giorno che combina calcipotriene e betametasone dipropionato.

In uno studio di fase III, Wynzora è risultato più efficace nella pulizia della pelle dopo 8 settimane rispetto a Taclonex sospensione topica e crema.

Inibitori JAK

Gli inibitori JAK sono un altro gruppo di farmaci modificanti la malattia. Agiscono mirando a percorsi che aiutano il corpo a produrre più proteine ​​infiammatorie.

Sono già utilizzati per trattare:

Alcuni sono in studi di fase II e III per la psoriasi da moderata a grave. Quelli studiati per la psoriasi sono i farmaci orali tofacitinib (Xeljanz), baricitinib (Olumiant) e abrocitinib. Anche un inibitore topico della JAK è in fase di studio.

Finora, gli studi hanno scoperto che gli inibitori JAK sono efficaci per la psoriasi. Sono sicuri quanto i farmaci biologici esistenti. Un vantaggio è che sono disponibili in forma di pillola e non devono essere somministrati come iniezione.

Il lavoro svolto finora è stato breve. Sono necessarie ulteriori ricerche per sapere se gli inibitori JAK continuano ad essere efficaci più a lungo.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here