Leucemia Mieloide Acuta

La leucemia mieloide acuta (LMA) è un tipo di tumore che colpisce il midollo osseo e il sangue. È anche noto con vari nomi come leucemia mielocitica acuta, leucemia mieloide acuta, leucemia granulocitica acuta, leucemia acuta non linfocitaria. La leucemia mieloide acuta è la forma più comune di leucemia negli adulti.

Chiamare la malattia acuta significa che sta progredendo rapidamente. Il termine mieloide o mieloide si riferisce al tipo di cellula che colpisce.

Le cellule mieloidi sono precursori di altre cellule del sangue. Di solito queste cellule si trasformano in globuli rossi, piastrine e globuli bianchi. Tuttavia, nella leucemia mieloide acuta, queste cellule si sviluppano in modo anomalo.

Nella leucemia mieloide acuta, le cellule mieloidi mutano e producono eruzioni leucemiche. Queste cellule non funzionano come normali cellule. Possono impedire al corpo di produrre cellule normali e sane.

Sintomi di leucemia mieloide acuta

Segni e sintomi generali delle prime fasi della leucemia mieloide acuta possono imitare l’influenza o altre malattie comuni. Segni e sintomi possono variare a seconda del tipo di cellula del sangue interessata.

Segni e sintomi di leucemia mieloide acuta includono:

  • Fuoco
  • Dolore osseo
  • Debolezza e affaticamento
  • Fiato corto
  • Pelle pallida
  • Infezioni frequenti
  • Ecchimosi
  • Sanguinamento insolito, come frequenti epistassi e sanguinamento dalle gengive
  • Macchie rosse sulla pelle (petecchie)
  • Fegato gonfio o milza

Cause di leucemia mieloide acuta e fattori di rischio

La leucemia mieloide acuta è causata da un danno al DNA delle cellule in via di sviluppo nel midollo osseo. Quando ciò accade, la produzione di cellule del sangue è errata. Il midollo osseo produce cellule immature che si trasformano in globuli bianchi leucemici chiamati mieloblasti. Queste cellule anomale non possono funzionare correttamente. Si replica rapidamente, sostituendo le cellule sane.

Nella maggior parte dei casi, non è chiaro cosa causi le mutazioni del DNA che causano la leucemia. Le radiazioni, l’esposizione a determinate sostanze chimiche e alcuni farmaci chemioterapici sono noti fattori di rischio per la leucemia mieloide acuta.

I fattori che possono aumentare il rischio di leucemia mieloide acuta includono:

  • Aumento dell’età: Il rischio di leucemia mieloide acuta aumenta con l’età. La leucemia mieloide acuta è più comune negli adulti di età pari o superiore a 65 anni.
  • Genere: Gli uomini hanno maggiori probabilità di sviluppare leucemia mieloide acuta rispetto alle donne.
  • Precedente trattamento del cancro: Le persone con qualche chemioterapia e radioterapia possono essere a maggior rischio di sviluppare leucemia mieloide acuta.
  • Esposizione alle radiazioni: Le persone esposte a radiazioni molto elevate, come i sopravvissuti a un incidente con un reattore nucleare, hanno un alto rischio di sviluppare leucemia mieloide acuta.
  • Esposizione chimica pericolosa: L’ esposizione a determinate sostanze chimiche, come il benzene, è associata a un rischio maggiore di leucemia mieloide acuta.
  • Fumo: la  leucemia mieloide acuta è dovuta al fumo di sigaretta, che contiene benzene e altri prodotti chimici noti che causano il cancro.
  • Altri disturbi del sangue: Le persone con un altro disturbo del sangue, come mielodisplasia, mielofibrosi , policitemia vera o trombocitemia , sono a rischio di sviluppare leucemia mieloide acuta.
  • Disturbi genetici: Alcuni disturbi genetici, come la sindrome di Down, sono associati ad un aumentato rischio di leucemia mieloide acuta.

Molte persone con leucemia mieloide acuta non hanno fattori di rischio noti e molte persone con fattori di rischio non sviluppano mai il cancro.

Sottotipi di leucemia mieloide acuta

La leucemia mieloide acuta di solito non forma tumori. Di solito è comune nel midollo osseo e in alcuni casi si è diffuso ad altri organi come il fegato e la milza. Pertanto, la leucemia mieloide acuta non viene messa in scena come molti altri tumori. La prognosi di una persona con leucemia mieloide acuta dipende da altre informazioni come il sottotipo di leucemia mieloide acuta (determinato da test di laboratorio), l’età del paziente e altri risultati dei test di laboratorio, piuttosto che dallo stadio.

È molto importante conoscere il sottotipo della leucemia mieloide acuta, perché a volte influenza sia la prospettiva del paziente sia il miglior trattamento. Ad esempio, il sottotipo di leucemia promielocitica acuta viene generalmente trattato con farmaci diversi da quelli utilizzati in altri sottotipi di leucemia mieloide acuta. 

Due dei principali sistemi utilizzati per suddividere la leucemia mieloide acuta sono la classificazione franco-americana-britannica (FAB) e la nuova classificazione dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS).

Classificazione franco-americana-britannica (FAB)

Negli anni ’70, un gruppo di specialisti della leucemia francese, americana e britannica suddivise la LMA in sottotipi da M0 a M7, a seconda del tipo di cellula in cui si sviluppava la leucemia e della sua maturità. Ciò si basava in gran parte sul modo in cui le cellule di leucemia apparivano al microscopio dopo la colorazione di routine.

Sottotipo FABSottotipo di leucemia mieloide acuta
M0Leucemia mieloblastica acuta con differenziazione minima
M1Leucemia mieloblastica acuta senza immaturità
M2Leucemia mieloblastica acuta con maturazione granulocitica
M3Leucemia promielocitica acuta
M3vVariante acuta leucemia promielocitica (microgranulare)
M4Leucemia mielomonocitica acuta
M4 eosLeucemia mielomonocitica eosinofila acuta
M5aLeucemia monoblastica acuta
M5bLeucemia monocitica acuta
M6Eritroleucemia acuta
M7Leucemia megacarioblastica acuta

Tutti i sottotipi da M0 a M5 iniziano in forme immature di globuli bianchi. La leucemia mieloide acuta M6 inizia in forme molto immature di globuli rossi, mentre la leucemia mieloide acuta M6 inizia in forme cellulari immature che formano piastrine.

Classificazione dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS)

Il sistema di classificazione FAB può essere utile, ma non tiene conto di molti fattori che sono noti per influenzare la prognosi oggi. L’ultimo sistema aggiornato dell’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) nel 2016 include alcuni di questi fattori per cercare di classificare meglio la leucemia mieloide acuta.

Il sistema dell’OMS divide l’LMA in diversi gruppi:

Mieloide acuto Kösemi (alterazioni geniche o cromosomiche) con alcune anomalie genetiche

  • Leucemia mieloide acuta con traslocazione tra i cromosomi 8 e 21 [t (8; 21)]
  • Leucemia mieloide acuta con traslocazione o inversione nel cromosoma 16 [t (16; 16) o inv (16)]
  • APL con gene di fusione PML-RARA
  • Leucemia mieloide acuta con traslocazione tra cromosomi 9 e 11 [t (9; 11)]
  • Leucemia mieloide acuta con traslocazione tra 6 e 9 cromosomi [t (6: 9)]
  • Leucemia mieloide acuta con traslocazione o inversione nel cromosoma 3 [t (3; 3) o inv (3)]
  • Leucemia mieloide acuta (megacarioblastica) con traslocazione tra i cromosomi 1 e 22 [t (1:22)]
  • Leucemia mieloide acuta con gene di fusione BCR-ABL1  (  BCR-ABL ) *
  • Leucemia mieloide acuta con gene NPM1 mutato 
  • Leucemia mieloide acuta (cioè mutazioni in entrambe le copie del gene), che sono biallical mutazioni del CEBPA  gene 
  • Leucemia mieloide acuta con gene RUNX1 mutato  *

* Questa è ancora una “risorsa temporanea”, quindi non è ancora chiaro se ci siano prove sufficienti che si tratti di un gruppo unico.

Leucemia mieloide acuta con alterazioni correlate alla mielodisplasia

Leucemia mieloide acuta correlata a chemioterapia o radiazioni precedenti

Salvo diversa indicazione, leucemia mieloide acuta  (questo include casi di LMA che non fanno parte di uno dei gruppi sopra elencati e sono simili alla classificazione FAB.)

  • LMA (FAB M0) con differenziazione minima
  • LMA immaturo (FAB M1)
  • Maturazione LMA (FAB M2)
  • Leucemia mielomonocitica acuta (FAB M4)
  • Leucemia acuta monoblastica / monocitica (FAB M5)
  • Leucemia eritroide pura (FAB M6)
  • Leucemia megacarioblastica acuta (FAB M7)
  • Leucemia basofila acuta
  • Panmyelosi acuta con mielofibrosi

Sarcoma mieloide (noto anche come sarcoma granulocitico o cloroma)

Proliferazioni mieloidi dovute alla sindrome di Down

Le leucemie acute indifferenziate e bifenotipiche non sono sicuramente leucemia mieloide acuta, ma leucemie con proprietà sia linfocitarie che mieloidi. A volte  i fenotipi misti  sono chiamati leucemie acute (MPAL) .

Diagnosi di leucemia mieloide acuta

In caso di segni o sintomi di leucemia mieloide acuta, il medico può raccomandare di sottoporsi a test diagnostici, tra cui:

  • Esami del sangue: Esame emocromocitometrico completo e test dello striscio periferico svolgono un ruolo importante nella diagnosi della leucemia. La maggior parte delle persone con leucemia mieloide acuta ha troppi globuli bianchi e non abbastanza globuli rossi e non abbastanza piastrine. La presenza di cellule esplosive (cellule immature normalmente presenti nel midollo osseo ma che non circolano nel sangue) è un altro indicatore della leucemia mieloide acuta.
  • Biopsia del midollo osseo: L’ esame del sangue può dare un’idea della diagnosi di leucemia, ma di solito è necessario un test del midollo osseo per confermare la diagnosi. Durante una biopsia del midollo osseo, viene utilizzato un ago per rimuovere un campione del midollo osseo. Di solito, il campione viene prelevato dall’osso dell’anca (cresta iliaca posteriore). Il campione viene inviato a un laboratorio di patologia per il test.
  • Puntura lombare (liquido spinale): In alcuni casi, potrebbe essere necessario rimuovere parte del liquido attorno al midollo spinale per controllare le cellule leucemiche. Il medico può raccogliere questo liquido inserendo un piccolo ago nel canale spinale in vita.
  • Test genomici: I test di laboratorio per le cellule della leucemia possono rilevare mutazioni o mutazioni genetiche, nonché identificare geni specifici, cambiamenti cromosomici e altri problemi specifici della leucemia. Questo può aiutarti a determinare la tua prognosi e guidare il tuo trattamento.

Se il tuo medico sospetta la leucemia, potresti essere indirizzato a un medico specializzato in cancro del sangue (ematologo o oncologo medico).

Trattamento della leucemia mieloide acuta

Il trattamento della leucemia mieloide acuta dipende da diversi fattori, tra cui il sottotipo della malattia, l’età, la salute generale e le preferenze.

In generale, il trattamento ha due fasi:

  • Terapia di induzione della remissione: Lo scopo del primo stadio del trattamento è quello di uccidere le cellule di leucemia nel sangue e nel midollo osseo. Tuttavia, l’induzione della remissione di solito non cancella tutte le cellule di leucemia, quindi è necessario un trattamento maggiore per impedire il ritorno della malattia.
  • Terapia di consolidamento: Questa fase di trattamento, chiamata anche terapia post-remissione, terapia di mantenimento o intensificazione, mira a distruggere le cellule leucemiche rimanenti. È molto importante ridurre il rischio di ricaduta.

Le terapie utilizzate in queste fasi includono:

  • Chemioterapia: La chemioterapia è la principale forma di terapia di induzione della remissione, ma può anche essere utilizzata per la terapia di consolidamento. La chemioterapia utilizza sostanze chimiche per uccidere le cellule tumorali nel tuo corpo. I pazienti con leucemia mieloide Akt spesso rimangono in ospedale durante i trattamenti chemioterapici perché i farmaci distruggono molte cellule ematiche normali nel processo di uccisione delle cellule leucemiche. Se il primo ciclo di chemioterapia non provoca remissione, può essere ripetuto.
  • Terapia mirata: La terapia mirata utilizza farmaci che attaccano determinate vulnerabilità nelle cellule tumorali. La midostaurina (Rydapt) interrompe l’azione di un enzima nelle cellule di leucemia e provoca la morte delle cellule. La midostaurina è utile solo per le persone con cellule tumorali con mutazione FLT3. Questo farmaco viene somministrato in forma di pillola.
  • Altri trattamenti farmacologici: Il triossido di arsenico (Trisenox) e l’acido all trans retinoico (ATRA) sono farmaci anticancro che possono essere usati da soli o in combinazione con la chemioterapia per l’induzione della remissione di un particolare sottotipo di leucemia mieloide chiamata leucemia promielocitica. Questi farmaci fanno maturare le cellule della leucemia con una certa mutazione genetica e smettono di morire o smettono di dividersi.
  • Trapianto di midollo osseo: Un trapianto di midollo osseo, chiamato anche trapianto di cellule staminali, può essere utilizzato per la terapia di consolidamento. Il trapianto di midollo osseo aiuta a ripristinare cellule staminali sane sostituendo il midollo osseo sano con cellule staminali prive di leucemia. Prima di un trapianto di midollo osseo, si ricevono dosi molto elevate di chemioterapia o radioterapia per distruggere il midollo osseo che produce leucemia. Riceverai quindi infusioni di cellule staminali da un donatore compatibile (trapianto allogenico). Se sei in remissione in precedenza e le cellule staminali sane vengono rimosse e conservate per un trapianto futuro, puoi anche prendere le tue cellule staminali (trapianto autologo).
  • Studi clinici:  Alcune persone con leucemia scelgono di iscriversi a studi clinici per provare trattamenti sperimentali o nuove combinazioni di trattamenti noti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here