Linfoma di Hodgkin dominante linfocita nodulare

Il linfoma di Hodgkin predominante nei linfociti nodulari rappresenta il 5-10% dei casi di linfoma di Hodgkin . Di solito si verifica prima dei 40 anni. L’incidenza è 3 volte più alta negli uomini che nelle donne. A differenza del linfoma di Hodgkin classico, tende a limitarsi ai linfonodi periferici. Il coinvolgimento mediastinico è raro. I sintomi B (febbre, sudorazione notturna, perdita di peso inspiegabile) sono meno comuni. 

Trattamento del linfoma di Hodgkin a linfociti nodulari dominante

L’attuale approccio suggerisce che il linfoma di Hodgkin predominante nei linfociti nodulari debba essere trattato allo stesso modo del linfoma di Hodgkin convenzionale. Viene trattato con successo con una combinazione di chemioterapia e radioterapia. La malattia potrebbe tornare più tardi. In questo caso è possibile pianificare i trattamenti di recupero e il trattamento con rituximab.

Previsioni

La prognosi è generalmente buona con il trattamento primario con un tasso del 90-100%. Il tasso di recidiva è di circa il 10-15% e di solito si verifica 3-6 anni dopo la diagnosi. Il tasso di sopravvivenza a 10 anni nella malattia in stadio limitato è del 90%.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here