Malattie Trasmesse Sessualmente

Le malattie sessualmente trasmissibili o infezioni sessualmente trasmissibili sono infezioni che vengono trasmesse da una persona all’altra attraverso il contatto sessuale. La trasmissione avviene solitamente attraverso rapporti vaginali, anali e orali non protetti. Tuttavia, a volte può essere trasmesso non sessualmente dalla madre al bambino durante diversi contatti fisici ravvicinati, condivisione di alcuni oggetti personali, gravidanza o parto, attraverso trasfusioni di sangue o aghi condivisi.

Le malattie sessualmente trasmissibili possono essere causate da batteri, virus e parassiti.

Ci sono più di 20 malattie sessualmente trasmissibili. Le malattie sessualmente trasmissibili comuni sono elencate di seguito:

  • Sifilide
  • Gonorrea
  • Infezione da HPV (verruca)
  • Infezione da HSV (Herpes)
  • AIDS (infezione da HIV)
  • Contagio dei molluschi
  • Clamidia
  • Epatite B
  • Tricomoniasi
  • Cancroide
  • Lenfogranuloma venereo
  • Granuloma inguinale (granuloma inguinale)

Sintomi delle malattie sessualmente trasmissibili

Le malattie sessualmente trasmissibili non causano sempre sintomi o possono causare solo sintomi lievi. Quindi è possibile avere un’infezione e non saperlo. Tuttavia, quando non ne sei consapevole, puoi comunque infettare gli altri.

I sintomi comuni delle malattie sessualmente trasmissibili sono elencati di seguito:

  • Scarico insolito dal pene o dalla vagina
  • Piaghe o verruche nella zona genitale
  • Minzione dolorosa o frequente
  • Prurito e arrossamento nella zona genitale
  • Dolore durante il rapporto sessuale
  • Vesciche o piaghe dentro o intorno alla bocca
  • Odore vaginale anomalo
  • Prurito, dolore o sanguinamento anale
  • Mal di stomaco
  • Fuoco

I sintomi della sifilide

La sifilide è un’infezione batterica. Si chiama anche sifilide. Di solito non viene notato nelle sue fasi iniziali.

Il primo sintomo a comparire è una piccola ferita rotonda. Può svilupparsi sui genitali, sull’ano o sulla bocca. È indolore ma molto contagioso.

I sintomi della sifilide possono includere:

  • Detriti
  • Debolezza
  • Fuoco
  • Male alla testa
  • Dolori articolari
  • Perdita di peso
  • La perdita di capelli

Se non trattata, la sifilide in fase avanzata può portare a:

  • Perdita della vista
  • Perdere la capacità di sentire
  • Perdita di memoria
  • Problemi mentali
  • Infezioni cerebrali o del midollo spinale
  • Malattia del cuore
  • Morte

Fortunatamente, la sifilide si cura facilmente con gli antibiotici se presa abbastanza presto. Tuttavia, l’infezione da sifilide in un neonato può essere fatale. Ecco perché è importante che tutte le donne incinte vengano sottoposte a screening per la sifilide.

Prima viene diagnosticata e trattata la sifilide, meno danni provoca.

Sintomi di gonorrea

La gonorrea è un’altra MST batterica comune. È anche conosciuta come gonorrea.

Molte persone con gonorrea non sviluppano sintomi. Ma quando presenti, i sintomi possono includere:

  • Scarico bianco, giallo, beige o verde dal pene o dalla vagina
  • Dolore o disagio durante il sesso o la minzione
  • Urinare più spesso del solito
  • Prurito intorno ai genitali
  • Mal di gola

Se non trattata, la gonorrea può portare a:

  • Infezioni dell’uretra, della ghiandola prostatica o dei testicoli
  • Malattia infiammatoria pelvica
  • Infertilità

È possibile che una madre trasmetta la gonorrea al suo neonato durante il parto. Quando ciò accade, la gonorrea può causare seri problemi di salute nel bambino. Questo è il motivo per cui molti medici incoraggiano le donne in gravidanza a sottoporsi a test e cure per potenziali malattie sessualmente trasmissibili.

La gonorrea di solito può essere trattata con antibiotici.

Sintomi di infezione da HPV (verruche)

Il virus HPV (virus del papilloma umano) causa le verruche genitali. Colpisce sia gli uomini che le donne. Poiché il periodo di incubazione varia tra 2 mesi e 6 anni, potrebbe non essere un sintomo lungo. Provoca una o più verruche nell’area genitale, nell’ano o nella bocca. Non esiste una cura definitiva per il virus. Le verruche devono essere rimosse utilizzando una delle tecniche come chirurgia, cauterizzazione, congelamento o laser.

Sintomi dell’infezione da HSV (Herpes)

Il virus HSV (virus herpes simplex) è una comune malattia a trasmissione sessuale. La condizione causata dal virus è nota come herpes. Esistono due tipi di virus, HSV-1 e HSV-2. Entrambi possono essere trasmessi sessualmente.

HSV-1 provoca l’herpes in bocca. Tuttavia, l’HSV-1 può anche passare dalla bocca di una persona ai genitali di un’altra persona durante il sesso orale. Quando ciò accade, l’HSV-1 può causare l’herpes genitale.

L’HSV-2 causa principalmente l’herpes genitale.

Il sintomo più comune dell’herpes sono le vesciche. Nel caso dell’herpes genitale, queste piaghe si sviluppano sopra o intorno ai genitali. L’herpes orale si sviluppa sopra o intorno alla bocca.

Le piaghe da herpes di solito si incrostano e guariscono entro poche settimane. 

Se una donna incinta ha l’herpes, può essere trasmesso al feto nell’utero o al neonato durante il parto. Questo herpes congenito può essere molto pericoloso per i neonati. È quindi utile per le donne in gravidanza essere consapevoli del loro stato di HSV.

Non esiste ancora una cura per l’herpes. Tuttavia, sono disponibili farmaci per aiutare a controllare la trasmissione e alleviare il dolore dell’herpes labiale. Gli stessi farmaci possono anche ridurre le possibilità di trasmettere l’herpes al tuo partner sessuale.

Sintomi dell’AIDS (infezione da HIV)

L’HIV può danneggiare il sistema immunitario e aumentare il rischio di contrarre altri virus o batteri e di sviluppare alcuni tipi di cancro. Se non trattata, può portare allo stadio 3 dell’HIV, noto come AIDS. Ma con gli attuali metodi di trattamento, molte persone che vivono con l’HIV non sviluppano mai l’AIDS.

Nelle fasi iniziali o acute, è facile confondere i sintomi dell’HIV con i sintomi dell’influenza. I sintomi in fase iniziale possono includere:

  • Fuoco
  • Scuotere
  • Dolori e dolori
  • Linfonodi ingrossati
  • Mal di gola
  • Male alla testa
  • Nausea
  • Eruzioni cutanee

Questi sintomi iniziali in genere scompaiono entro un mese circa. Dopo quel punto, una persona può portare l’HIV per molti anni senza sviluppare sintomi gravi o persistenti. Altre persone possono sviluppare sintomi non specifici come:

  • Stanchezza ricorrente
  • Fuoco
  • Male alla testa
  • Problemi di stomaco

Un trattamento precoce ed efficace può aiutare le persone con HIV a vivere tanto quanto quelle senza HIV.

Un trattamento appropriato può anche ridurre le possibilità di una persona di trasmettere l’HIV al proprio partner sessuale. In effetti, il trattamento può potenzialmente ridurre la quantità di HIV nel corpo di una persona a livelli non rilevabili. A livelli non rilevabili, l’HIV non può essere trasmesso ad altre persone.

Senza test adeguati, molte persone con HIV non vengono a conoscenza della malattia. Per incoraggiare la diagnosi e il trattamento precoci, si raccomanda che tutti i soggetti di età compresa tra 13 e 64 anni si sottopongano al test almeno una volta. Le persone ad alto rischio di HIV dovrebbero essere testate almeno una volta all’anno, anche se non presentano sintomi.

Grazie agli ultimi progressi nei test e nelle cure, è possibile vivere una vita lunga e sana con l’HIV.

Sintomi del mollusco contagioso

Il mollusco contagioso si trasmette da persona a persona per contatto diretto o tramite oggetti infetti. Può essere visto in tutte le fasce d’età sopra i 10 anni. Il mollusco contagioso è più comune nell’area genitale negli adulti a causa della trasmissione sessuale. Anche se non trattata, guarisce spontaneamente entro 6 mesi a 4 anni. Ma i grandi possono lasciare segni. Per questo motivo, la rimozione con metodi come la cauterizzazione e il laser è un metodo di trattamento efficace. Dissoluzione locale, farmaci distruttivi, farmaci antivirali sono altre opzioni di trattamento.

Sintomi di clamidia

La clamidia è una comune infezione a trasmissione sessuale causata da batteri. La clamidia può colpire sia uomini che donne. Circa l’80% delle persone con infezione da clamidia non ha sintomi.

I sintomi della clamidia negli uomini e nelle donne sono elencati di seguito.

  • Sensazione di bruciore durante la minzione
  • Scarico giallo o verde dal pene
  • Rapporto sessuale doloroso (dispareunia)
  • Perdite vaginali
  • Dolore al basso ventre
  • Dolore ai testicoli
  • Infiammazione della cervice (cervicite)
  • Sanguinamento irregolare

La clamidia può essere facilmente trattata con antibiotici.

I sintomi dell’epatite B

L’epatite B è un’infezione del fegato causata dal virus dell’epatite B (HBV). L’epatite B è altamente contagiosa. Si diffonde attraverso i rapporti sessuali, il contatto con sangue infetto e alcuni altri fluidi corporei.

I sintomi dell’epatite B sono elencati di seguito:

  • Debolezza
  • Urina scura
  • Dolori articolari e muscolari
  • Anoressia
  • Fuoco
  • Disagio addominale
  • Debolezza
  • Ingiallimento degli occhi e della pelle (ittero)

L’epatite B acuta di solito non richiede trattamento. La maggior parte delle persone supera da sola un’infezione acuta. Tuttavia, il riposo e l’assunzione di liquidi aiuteranno il tuo recupero.

I farmaci antivirali sono usati per trattare l’epatite cronica B. Questi ti aiutano a combattere il virus. Possono anche ridurre il rischio di future complicanze epatiche.

Sintomi di tricomoniasi

La tricomoniasi è un’infezione causata da un piccolo organismo protozoo che può essere trasmesso da una persona all’altra attraverso il contatto genitale.

Meno di un terzo delle persone con tricomoniasi sviluppa sintomi. Quando si sviluppano i sintomi, compaiono i seguenti sintomi:

  • Scarico dalla vagina o dal pene
  • Bruciore o prurito intorno alla vagina o al pene
  • Dolore o disagio durante la minzione o il sesso
  • Minzione frequente

La tricomoniasi viene trattata con antibiotici.

Sintomi di cancroide

Il cancroide è una condizione batterica che provoca piaghe aperte sopra o intorno ai genitali. È una malattia a trasmissione sessuale.

I sintomi del cancroide sono elencati di seguito:

  • Ulcera nella vagina o nel pene
  • Sanguinamento o secrezione dalla zona lesa
  • Bruciore e dolore durante i rapporti sessuali o la minzione

Il cancroide può essere trattato con successo con antibiotici e, in alcuni casi, con un intervento chirurgico.

Sintomi del linfogranuloma venereo

Il linfogranuloma venereo è una malattia delle vie linfatiche. Il linfogranuloma venereo è una malattia a trasmissione sessuale. Si manifesta prima come una piccola ferita sotto forma di vescicola o ferita aperta nell’area genitale dopo la trasmissione sessuale. Successivamente si manifesta come gonfiore delle linfonodi e delle ghiandole nella regione inguinale e fistole in fase progressiva. Può essere trattato con successo con antibiotici.

Sintomi del granuloma inguinale (granuloma inguinale)

Il granuloma inguinale (granuloma inguinale) è un’infezione a trasmissione sessuale. Si chiama anche donovanosi. Provoca lesioni nelle aree anale e genitale. La lesione, che inizialmente sembra un piccolo brufolo, alla fine si trasforma in un’ulcera o ferita profonda. Può essere trattato con successo con antibiotici. È importante iniziare presto il trattamento in modo che le cicatrici non siano permanenti.

Diagnosi di malattie sessualmente trasmissibili

In molti casi, i medici non possono diagnosticare le malattie sessualmente trasmissibili sulla base dei soli sintomi. Se il medico sospetta che tu possa avere una MST, probabilmente ordinerà dei test da controllare.

Questi test possono includere:

  • Esami del sangue: Gli esami del sangue sono il metodo più affidabile per confermare molte malattie sessualmente trasmissibili.
  • Campioni di urina: Alcune malattie sessualmente trasmissibili possono essere confermate con un campione di urina.
  • Campioni di liquidi:  Se hai ferite genitali aperte, il medico può testare liquidi e campioni dalle ferite per diagnosticare il tipo di infezione.
  • Test colturali: Utilizzati per rilevare il tipo di batteri se la presenza di batteri viene rilevata dal sangue o da altri test.

Trattamento delle malattie sessualmente trasmissibili

Il trattamento consigliato per le malattie sessualmente trasmissibili varia a seconda delle malattie sessualmente trasmissibili che hai. È importante determinare prima se la MST è batterica o virale. Gli antibiotici possono facilmente trattare le infezioni batteriche. Tuttavia, gli antibiotici non possono curare le malattie sessualmente trasmissibili virali. Sebbene la maggior parte delle infezioni virali non abbia una cura, alcune possono risolversi da sole. E nella maggior parte dei casi, sono disponibili opzioni di trattamento per alleviare i sintomi e ridurre il rischio di trasmissione.

Ad esempio, sono disponibili farmaci per ridurre la frequenza e la gravità delle epidemie di herpes. Allo stesso modo, il trattamento può aiutare a fermare la progressione dell’HIV. Inoltre, i farmaci antivirali possono ridurre il rischio di trasmettere l’HIV a qualcun altro.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here