Nuovo Farmaco Ruxolitinib Crema Per Il Trattamento Della Vitiligine

Secondo i risultati presentati al meeting dell’American Academy of Dermatology, l’uso della crema ruxolitinib una volta al giorno fornisce un tasso di ripigmentazione più elevato nei pazienti con vitiligine.

Pearl Grimes e colleghi hanno studiato la ripigmentazione delle aree del corpo colpite in pazienti adulti con vitiligine trattati con crema ruxolitinib.

“La vitiligine è particolarmente resistente alla pigmentazione delle mani e dei piedi, il che influisce sulla probabilità di ripigmentazione”, ha detto Grimes, direttore del Southern California Vitiligo and Pigmentation Institute. “Le meta-analisi della fototerapia e degli inibitori topici della calcineurina per la vitiligine non hanno mostrato alcuna evidenza di una risposta al trattamento significativa (ripigmentazione del 75%) nelle mani e nei piedi”.

I ricercatori hanno analizzato i dati di uno studio di fase 2 di un anno, randomizzato, su adulti di età compresa tra 18 e 75 anni a cui è stata diagnosticata la vitiligine con lo 0,5% o più dell’area facciale e il 3% o più della depigmentazione della superficie corporea (BSA) in le aree non facciali. I pazienti sono stati suddivisi in modo casuale in gruppi che hanno ricevuto l’1,5% di ruxolitinib crema due volte al giorno, l’1,5% di ruxolitinib crema una volta al giorno, lo 0,5% di ruxolitinib crema una volta al giorno e lo 0,15% di ruxolitinib crema una volta al giorno.

Dopo 24 settimane, i pazienti che hanno ricevuto lo 0,15% di ruxolitinib crema una volta al giorno e non hanno ottenuto un miglioramento dell’indice di punteggio (F-VASI) del 25% o più su cento vitiligine sono stati assegnati in modo casuale a uno dei gruppi di ruxolitinib ad alto dosaggio e seguiti la loro dose normale per 52 settimane. 

Dei 157 pazienti (età media, 48,3 anni; 46,5% maschi; 84,1% bianchi), 100 pazienti inclusi nell’analisi sono stati trattati con tutta la pelle depigmentata con una superficie corporea totale del 20% o meno al basale. Complessivamente, i pazienti con un indice di punteggio dell’area vitiligine totale pari o superiore al 50% (T-VASI50) e al 75% o superiore (T-VASI75) nel periodo di 52 settimane hanno raggiunto il traguardo in modo dose-dipendente.

Il regime di ruxolitinib crema all’1,5% due volte al giorno ha prodotto risposte T-VASI50 e T-VASI75 maggiori in tutte le aree del corpo (rispettivamente 45% e 15%).

Alla settimana 52, le risposte T-VASI50 una volta al giorno nelle mani e nei piedi erano rispettivamente del 21,1% e del 26,3% nel gruppo dell’1,5%, rispetto al 15% e al 29,4% del gruppo dell’1,5% due volte al giorno. Le risposte di T-VASI75 sono state del 21,1% in entrambe le mani e dei piedi nel gruppo dell’1,5% una volta al giorno e del 5% e del 17,6% nel gruppo dell’1,5% due volte al giorno, rispettivamente.

“La crema Ruxolitinib ha prodotto una repigmentazione clinicamente significativa in tutte le aree del corpo nei pazienti con vitiligine”, hanno osservato Grimes e colleghi.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here