Ooforite

L’ooforite è un termine per l’infiammazione ovarica e la malattia infiammatoria pelvica. Tre diversi termini sono usati per descrivere la malattia. Sebbene sembrino uguali, rappresentano situazioni diverse. L’ooforite è spesso usata per l’infiammazione delle ovaie. La condizione in cui le ovaie si infiammano insieme alle tube di Falloppio è chiamata ooforite salpinga, mentre la condizione in cui il sistema immunitario attacca le cellule ovariche è chiamata ooforite autoimmune.

Sintomi di ooforite

L’ooforite a volte non provoca alcun sintomo. Potrebbe non essere diagnosticato fino a quando non si avverte un dolore pelvico improvviso e grave.

Altre volte, i sintomi possono essere lievi e difficili da riconoscere come qualcosa di straordinario. 

I sintomi comuni di ooforite sono elencati di seguito.

  • Dolore al basso ventre e al bacino
  • Sanguinamento mestruale più abbondante del normale
  • Sanguinamento tra i cicli mestruali
  • Dolore o sanguinamento durante il rapporto
  • Perdite vaginali maleodoranti
  • Sensazione di bruciore o dolore durante la minzione
  • Difficoltà a urinare

Questi sintomi possono comparire gradualmente o improvvisamente. Può anche aumentare di gravità nel tempo. 

Poiché la diagnosi è in ritardo, possono verificarsi i seguenti sintomi:

  • Fuoco
  • Agitare
  • Vomito

Cause di ooforite

L’ooforite è spesso il risultato di infezioni a trasmissione sessuale come la clamidia e la gonorrea.

I batteri possono anche entrare nel tratto riproduttivo dalla cervice. Le cause più comuni di questa condizione sono:

  • Spirale inserita in modo errato (RIA)
  • Durante l’aborto
  • Dopo un aborto spontaneo
  • Alla nascita

Non è chiaro cosa causi l’ooforite autoimmune.

Diagnosi di ooforite

Dopo aver esaminato i sintomi e l’anamnesi, il medico eseguirà un esame fisico. Lui o lei farà anche dei test per determinare se c’è un’infezione sottostante o eventuali anomalie nelle ovaie e nelle tube di Falloppio.

Questi test includono:

  • Esami del sangue e delle urine: Questi test vengono utilizzati per determinare la conta dei globuli bianchi e cercare i marcatori di infiammazione. Aiutano anche il medico a escludere altre diagnosi come la cistite.
  • Esame pelvico: Consente al medico di cercare segni di malattia infiammatoria pelvica.
  • Ecografia pelvica: Questo test di imaging viene utilizzato per visualizzare gli organi interni. Sia l’ecografia transaddominale che quella transvaginale forniscono al medico molte informazioni dall’addome. Ti consente anche di valutare la dimensione delle tue ovaie e determinare se c’è una cisti o un ascesso.
  • Laparoscopia: Se il medico sospetta una salpingo-ooforite, utilizzerà questo test chirurgico per visualizzare le tube di Falloppio. Per fare ciò, inserirà una telecamera sottile e illuminata attraverso un’incisione nell’addome inferiore. Ciò consente loro di vedere i tuoi organi pelvici e rimuovere eventuali blocchi.

 Trattamento dell’ooforite

La causa sottostante determinerà le opzioni di trattamento. Ad esempio, se hai un’infezione a trasmissione sessuale attiva, il medico prescriverà antibiotici. Inoltre, gli ascessi possono essere trattati con antibiotici.

In alcuni casi, può essere necessario un intervento chirurgico per drenare gli ascessi infetti. La chirurgia può essere utilizzata per rimuovere blocchi o aderenze pelviche.

Le donne con ooforite autoimmune possono trarre beneficio dalla terapia ormonale sostitutiva. Potrebbero anche aver bisogno di trattamenti speciali per la loro condizione di base.

In caso di dolore, è possibile utilizzare antidolorifici e applicazioni di calore.

Cosa succede se l’ooforite non viene trattata?

Se l’ooforite non viene trattata, può causare danni estesi alle ovaie e alle tube di Falloppio. Il danno alle tube di Falloppio può aumentare le possibilità di una gravidanza extrauterina.

A volte il danno di Falloppio può causare infezioni. Se l’infezione non viene trattata e l’ascesso scoppia, può portare alla sepsi. La sepsi può essere pericolosa per la vita.

Se trattata precocemente, l’ooforite infettiva può essere trattata prima che influisca sulla fertilità. Se il trattamento viene ritardato, il tessuto cicatriziale e i blocchi possono compromettere la fertilità. 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here