Pemfigoide Gestazionale

Il pemfigoide gestazionale è una rara eruzione cutanea pruriginosa che di solito si verifica durante il secondo o terzo trimestre di gravidanza. Di solito inizia con la comparsa di protuberanze o vesciche rosse molto pruriginose sull’addome e sul tronco, ma possono anche apparire su altre parti del corpo.

Il pemfigoide gestazionale è causato dal tuo sistema immunitario che attacca erroneamente la tua stessa pelle. Di solito si risolve spontaneamente entro giorni o settimane dalla nascita. In rari casi, potrebbe essere necessario più tempo.

Si stima che il pemfigoide gestazionale si verifichi in 1 su 40.000-50.000 gravidanze.

La gestazione del pemfigoide era precedentemente nota come herpes gestationis, ma ora è stato scoperto che non ha alcuna connessione con il virus dell’herpes. Ci sono anche altre eruzioni cutanee pemfigo o pemfigoide che non sono correlate alla gravidanza.

Pemfigo significa vescica o pustola e gestationis significa “gravidanza” in latino.

Sintomi del pemfigoide gestazionale

Con il pemfigoide gestazionale, le protuberanze rosse appaiono intorno all’ombelico e si diffondono ad altre parti del corpo entro pochi giorni o settimane. Il viso, il cuoio capelluto, i palmi delle mani e le piante dei piedi di solito non sono interessati.

Dopo 2-4 settimane, i grumi si sviluppano in grandi vesciche rosse piene di liquido. Queste sporgenze possono anche essere chiamate bulla. Possono essere estremamente irritanti.

Invece di vesciche, alcune persone sviluppano macchie rosse chiamate placche.

Il pemfigoide gestazionale può ridursi o scomparire spontaneamente verso la fine della gravidanza, ma dal 75 all’80% delle donne con pemfigoide gestazionale sperimenta una riacutizzazione durante il parto.

Il pemfigoide gestazionale è la causa più importante di eruzioni cutanee addominali e vesciche durante la gravidanza. Anche il rossore e la formazione di vesciche durante la gravidanza possono avere cause diverse.

Il pemfigoide gestazionale può ripresentarsi durante le mestruazioni o in seguito alla gravidanza. L’uso di contraccettivi orali può provocare un altro attacco.

Raramente (1 / 100.000) può essere visto nei neonati.

Cause del pemfigoide gestazionale

Il pemfigoide gestazionale è ora considerato una malattia autoimmune. Ciò significa che il tuo sistema immunitario ha iniziato ad attaccare alcune parti del tuo corpo. Nel pemfigoide gestazionale le cellule attaccate sono le cellule della placenta.

Il tessuto placentare contiene cellule di entrambi i genitori. Le cellule di derivazione paterna possono contenere molecole riconosciute come estranee dal sistema immunitario della madre. Questo fa sì che il sistema immunitario della madre agisca contro di loro.

Le cellule paterne sono presenti in ogni gravidanza, ma solo in alcuni casi si verificano malattie autoimmuni come il pemfigoide gestazionale. Perché il sistema immunitario della madre reagisce in questo modo in alcune situazioni non è completamente compreso in alcuni casi.

Tuttavia, alcune molecole note come MHC II che normalmente non si trovano nella placenta sono state trovate nelle donne con pemfigoide gestazionale. Quando il sistema immunitario di una donna incinta riconosce queste molecole, inizia un attacco.

Le molecole di classe MHC II sono responsabili del legame degli strati della pelle insieme. Quando il tuo sistema immunitario inizia ad attaccarli, possono causare vesciche e placca che sono il sintomo principale del pemfigoide gestazionale.

Diagnosi pemfigoide gestazionale

Se il medico sospetta il pemfigoide gestazionale, può indirizzarti a un dermatologo per una biopsia cutanea. Questa applicazione prevede l’applicazione di uno spray anestetico locale o di congelamento su una piccola area di pelle e il prelievo di un piccolo campione da inviare al laboratorio.

Se si riscontrano segni di pemfigoide al microscopio in laboratorio, verrà eseguito un altro test noto come test di immunofluorescenza che può confermare il pemfigoide gestazionale.

Il medico preleverà anche campioni di sangue per determinare i livelli dell’antigene pemfigoide Collagene XVII / BP180 nel sangue. Questo può aiutare a valutare l’attività della malattia.

Trattamento pemfigoide gestazionale

Se i sintomi sono lievi, il medico può prescrivere creme antipruriginose note come corticosteroidi topici. Calmano la pelle riducendo l’attività del sistema immunitario nella zona delle vesciche.

Gli antistaminici sono un altro gruppo di farmaci utilizzati nel trattamento. 

  • Cetirizina (Zyrtec)
  • Fexofenadine (Allegra)
  • Loratadine (Claritin)

La difenidramina (Benadryl) provoca sonnolenza ed è meglio prenderla di notte. Oltre alle sue proprietà antipruriginose, aiuta a dormire.

Parla sempre con il tuo medico prima di prendere qualsiasi farmaco durante la gravidanza.

Diverse applicazioni oltre ai farmaci possono aiutare ad alleviare i sintomi della malattia. Questi :

  • Mantenere la pelle fresca con ghiaccio o impacchi freddi
  • Soggiornare in un ambiente fresco o climatizzato
  • Fare il bagno nel sale Epsom o nei preparati di farina d’avena
  • Indossare abiti di cotone fresco

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here