Rivascolarizzazione laser transmiocardica

È un nuovo metodo di trattamento usato per trattare la malattia coronarica nelle persone con angina permanente di rivascolarizzazione laser transmiocardica (TMR), non alleviata da nessun altro metodo.

La maggior parte delle persone con malattia coronarica viene trattata con angioplastica e stent, chirurgia di bypass coronarica e farmaci. Se queste procedure non eliminano i sintomi del dolore toracico (angina), sono disponibili anche diverse opzioni di trattamento.

La rivascolarizzazione laser transmiocardica è un nuovo trattamento volto a migliorare il flusso sanguigno verso le aree cardiache dei pazienti che non sono stati trattati con angioplastica o chirurgia. Uno speciale  laser ad anidride carbonica (CO  2 ) viene utilizzato per creare piccoli canali nel muscolo cardiaco e migliora il flusso sanguigno al muscolo cardiaco.

Come viene eseguita la rivascolarizzazione laser transmiocardica?

La rivascolarizzazione laser transmiocardica è una procedura chirurgica. È realizzato con una piccola incisione sul lato sinistro o al centro del torace. Viene spesso eseguito insieme a un intervento chirurgico di bypass coronarico.

Dopo aver praticato un’incisione sul torace, il muscolo cardiaco viene esposto. Un laser viene quindi posizionato sopra l’area del cuore da trattare. Uno speciale laser ad alta energia computerizzato ad anidride carbonica viene utilizzato per creare da 20 a 40 canali in una larghezza millimetrica nel ventricolo sinistro del cuore (camera inferiore sinistra). Il chirurgo determina quanti canali verranno creati durante la procedura. Le superfici esterne dei canali creati sono chiuse, l’interno dei canali rimane aperto, migliorando il flusso sanguigno.

Il CO2 Heart Laser utilizza un computer per dirigere i raggi laser nell’area appropriata del cuore tra i battiti quando il ventricolo è pieno di sangue e il cuore è relativamente immobile. Questo aiuta a prevenire disturbi elettrici (aritmie) nel cuore.

I medici non possono spiegare chiaramente come la rivascolarizzazione laser transmiocardica migliora il flusso sanguigno nel cuore. L’evidenza clinica suggerisce che il flusso sanguigno migliora in due modi:

  1. I canali agiscono come linee di sangue. Quando il ventricolo pompa sangue ricco di ossigeno dal cuore, ripristina il flusso sanguigno al muscolo cardiaco, inviando sangue attraverso i dotti.
  2. La procedura può promuovere l’angiogenesi o la crescita di nuovi capillari (piccoli vasi sanguigni) che aiutano a fornire sangue al muscolo cardiaco.

La rivascolarizzazione laser transmiocardica richiede in genere da una a due ore. La procedura può richiedere più tempo se combinata con altre procedure cardiache.

Per chi è adatta la rivascolarizzazione laser transmocardica?

La rivascolarizzazione laser transmiocardica è un’opzione di trattamento adatta per:

  • Coloro che hanno un’angina grave, che limita le loro attività quotidiane nonostante i farmaci o li fa svegliare dal dolore durante la notte
  • Presenza di ischemia nei test preoperatori
  • Quelli con una storia di bypass o angioplastica
  • I loro dottori affermano che non c’è altro da fare per aiutare i loro sintomi

La rivascolarizzazione laser transmiocardica ha mostrato benefici clinici positivi per i pazienti che necessitano di uno o due innesti di bypass ma hanno anche problemi in altre aree del cuore che non possono essere bypassati dalla chirurgia di bypass diretto. Ciò si verifica spesso nei pazienti con diabete. In questo caso, il chirurgo utilizzerà un laser al cuore ad anidride carbonica per migliorare il flusso sanguigno nell’area problematica del cuore.

La rivascolarizzazione laser transmiocardica non è adatta a pazienti con le seguenti condizioni:

  •  Coloro che sono gravemente danneggiati dal muscolo cardiaco infarto
  • Quelli senza area di ischemia nel muscolo cardiaco

Risultati dopo l’applicazione di rivascolarizzazione laser transmiocardica

In  uno studio pubblicato dal New England Journal of Medicine (1999), il 72% dei pazienti con rivascolarizzazione laser transmiocardica ha sperimentato un miglioramento dei sintomi dell’angina.  

Lo studio ha identificato quanto segue in pazienti sottoposti a rivascolarizzazione laser transmiocardica:

  • Diminuzione del dolore toracico
  • Migliore qualità della vita
  • Migliore flusso di sangue al cuore
  • Diminuzione del ricovero in ospedale

Sono in corso ricerche per valutare i pazienti con rivascolarizzazione laser transmiocardica per il sollievo dei sintomi e gli esiti a lungo termine.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here