Che cos’è l’epatite virale?

L’epatite si riferisce a uno stato infiammatorio del fegato. Di solito è causato da un’infezione virale, ma ci sono altre possibili cause di epatite. Questi includono epatite autoimmune ed epatite come conseguenza secondaria di droghe, tossine e alcool. L’epatite autoimmune è una malattia che si verifica quando il corpo produce anticorpi contro il tessuto epatico.

Il fegato si trova nella parte superiore destra dell’addome. Il fegato svolge molte funzioni critiche che influenzano il metabolismo nel tuo corpo, ad esempio:

  • produzione di bile necessaria per la digestione
  • filtrazione delle tossine nel tuo corpo
  • escrezione di bilirubina (un prodotto di globuli rossi triturati), colesterolo, ormoni e droghe
  • ripartizione di carboidrati, grassi e proteine
  • attivazione di enzimi che sono proteine ​​essenziali per le funzioni del corpo
  • conservazione di glicogeno (una forma di zucchero), minerali e vitamine (A, D, E e K)
  • sintesi di proteine ​​del sangue come l’albumina
  • sintesi di fattori di coagulazione

Le opzioni di trattamento dipendono dal tipo di epatite che hai. È possibile prevenire alcune forme di epatite con vaccini e precauzioni di vita.

Tipi di epatite virale

Le infezioni virali del fegato classificate come epatite comprendono l’epatite A, B, C, D ed E. Un diverso virus è responsabile di ogni tipo di epatite virale trasmessa.

L’epatite A è sempre una malattia acuta a breve termine, con epatite B, C e D che possono essere persistenti e croniche. L’epatite E è generalmente acuta, ma può essere particolarmente pericolosa nelle donne in gravidanza.

Epatite A

L’epatite A è causata dall’infezione da virus dell’epatite A (HAV). Questo tipo di epatite viene comunemente trasmesso da una persona infetta dall’epatite A consumando cibo o acqua contaminata da feci.

Epatite B

L’epatite B viene trasmessa dal contatto con fluidi corporei infettivi come sangue, secrezioni vaginali o sperma contenente il virus dell’epatite B (HBV). L’uso di droghe per iniezione aumenta il rischio di contrarre l’epatite B, avere rapporti sessuali con un partner infetto o condividere una lama di rasoio con una persona infetta.

Epatite C

L’epatite C è causata dal virus dell’epatite C (HCV). L’epatite C viene trasmessa dal contatto diretto con fluidi corporei infetti, in genere mediante l’uso di farmaci per iniezione e il contatto sessuale. L’HCV è tra le più comuni infezioni virali ematiche negli Stati Uniti.

Epatite D

L’epatite D, chiamata anche epatite delta, è una grave malattia del fegato causata dal virus dell’epatite D (HDV). L’HDV viene trasmesso attraverso il contatto diretto con sangue infetto. L’epatite D è una rara forma di epatite che si verifica solo con l’infezione da epatite B. Il virus dell’epatite D non può replicarsi senza la presenza dell’epatite B. L’incidenza è molto rara.

Epatite E

L’epatite E è una malattia causata dall’acqua causata dal virus dell’epatite E (HEV). L’epatite E si trova principalmente in aree con scarsa igiene ed è tipicamente causata dall’ingestione di materiale fecale che contamina la fonte d’acqua. Questa malattia è molto rara nei paesi sviluppati. Tuttavia, sono stati segnalati casi di epatite E in Medio Oriente, Asia, America Centrale e Africa.

Sintomi di epatite

Se hai forme infettive croniche di epatite, come l’epatite B e C, potresti non avere sintomi all’inizio. I sintomi non possono manifestarsi fino a quando il danno non influisce sulla funzionalità epatica.

Segni e sintomi di epatite acuta si verificano rapidamente e includono:

  • fatica
  • sintomi simil-influenzali
  • urine scure
  • feci pallide
  • dolore addominale
  • perdita di appetito
  • perdita di peso inspiegabile
  • ittero e occhi, possono avere sintomi di ittero

L’epatite cronica si sviluppa lentamente, quindi questi segni e sintomi possono essere impercettibili.

Complicanze dell’epatite

L’epatite cronica B o C può spesso portare a problemi di salute più gravi. Poiché il virus colpisce il fegato, le persone con epatite cronica B o C sono a rischio di:

  • Malattia epatica cronica
  • cirrosi
  • Cancro al fegato

Quando il fegato smette di funzionare normalmente, può verificarsi insufficienza epatica. Le complicanze dell’insufficienza epatica includono:

  • Disturbi emorragici
  • Un accumulo di liquido nell’addome noto come acido
  • Aumento della pressione sanguigna nei vasi portale che entrano nel fegato, noto come ipertensione portale
  • Insufficienza renale
  • Encefalopatia epatica, che può includere affaticamento, perdita di memoria e riduzione delle capacità mentali dovute all’accumulo di tossine come l’ammoniaca che influisce sulla funzione cerebrale
  • Carcinoma epatocellulare, una forma di cancro al fegato
  • morte

Alle persone con epatite cronica B e C si consiglia di evitare l’alcol perché può accelerare le malattie del fegato. Alcuni integratori e farmaci possono anche influenzare la funzionalità epatica. 

Come viene diagnosticata l’epatite?

Storia ed esame fisico

Per la diagnosi di epatite, il medico prenderà prima la tua storia per determinare i fattori di rischio per l’epatite infettiva o non contagiosa.

Durante un esame fisico, il medico può premere leggermente sullo stomaco per vedere se hai dolore o tenerezza. Il medico può anche vedere se il tuo fegato è ingrossato. Se la pelle o gli occhi sono gialli, il medico lo noterà durante l’esame.

Test di funzionalità epatica

I test di funzionalità epatica utilizzano campioni di sangue per determinare l’efficienza del fegato. Risultati anormali di questi test possono essere la prima indicazione di un problema, soprattutto se non si manifestano sintomi nell’esame fisico della malattia epatica. Alti livelli di enzimi epatici possono indicare che il fegato è stressato, danneggiato o non funzionante.

Altri esami del sangue

Se i test di funzionalità epatica sono anomali, il medico vorrà probabilmente altri esami del sangue per determinare l’origine del problema. Questi test possono verificare la presenza di virus che causano l’epatite. Possono anche essere usati per controllare gli anticorpi comuni in condizioni come l’epatite autoimmune.

ultrasuono

Questo test consente l’imaging degli organi all’interno dell’addome, consentendo al medico di conoscere il fegato e altri organi. Un esame ecografico può rivelare:

  • fluido nello stomaco
  • danno epatico o ingrossamento
  • tumori al fegato
  • anomalie della cistifellea

Il pancreas è visto su immagini ad ultrasuoni. Questo può essere un test utile per determinare la causa della tua anormale funzionalità epatica.

Biopsia epatica

La biopsia epatica è una procedura invasiva che prevede il prelievo di campioni di tessuto dal fegato. Può essere fatto con un ago dalla pelle e non richiede un intervento chirurgico. In genere, un’ecografia viene utilizzata per guidare il medico durante il prelievo di un campione di biopsia.

Questo test consente al medico di determinare in che modo l’infezione o l’infiammazione influiscono sul fegato. Può anche essere usato per campionare qualsiasi area del fegato che appare anormale.

Trattamento dell’epatite

Le opzioni terapeutiche dipendono dal tipo di epatite e dal fatto che l’infezione sia acuta o cronica.

Epatite A

L’epatite A è di solito una malattia a breve termine e non richiede trattamento. Il riposo a letto può essere raccomandato se i sintomi causano un grave disagio. In caso di vomito o diarrea, seguire le istruzioni di idratazione e nutrizione del medico.

Un vaccino contro l’epatite A è disponibile per prevenire questa infezione. La maggior parte dei bambini inizia le vaccinazioni da 12 a 18 mesi. La vaccinazione per l’epatite A è disponibile anche per gli adulti e può essere combinata con il vaccino contro l’epatite B.

Epatite B

L’epatite acuta B non richiede un trattamento specifico.

L’epatite B cronica è trattata con farmaci antivirali. Questa forma di trattamento può essere costosa perché dovrebbe essere continuata per diversi mesi o anni. Il trattamento dell’epatite B cronica richiede regolari valutazioni mediche e monitoraggio per determinare se il virus risponde al trattamento.

L’epatite B può essere prevenuta con la vaccinazione. I vaccini contro l’epatite B sono raccomandati per tutti i neonati. Le tre serie di vaccini sono in genere completate nei primi sei mesi dell’infanzia. Il vaccino è anche raccomandato a tutto il personale sanitario e medico.

Epatite C

I farmaci antivirali sono usati per trattare le forme acute e croniche di epatite C. Le persone che sviluppano l’epatite C cronica sono in genere trattate con una combinazione di terapie farmacologiche antivirali. Possono anche aver bisogno di più test per determinare il miglior trattamento.

Le persone che sviluppano cirrosi (cicatrici epatiche) o malattie del fegato a causa dell’epatite C cronica possono essere candidate al trapianto di fegato.

Attualmente, non esiste un vaccino per l’epatite C.

Epatite D

Attualmente non esiste alcun farmaco antivirale per il trattamento dell’epatite D. Un farmaco chiamato interferone alfa può essere usato per trattare l’epatite D, ma migliora solo in circa il 25-30% delle persone.

L’epatite D può essere prevenuta con la vaccinazione per l’epatite B, poiché l’infezione da epatite B è necessaria per lo sviluppo dell’epatite D.

Epatite E

Attualmente, non è disponibile alcun trattamento medico specifico per il trattamento dell’epatite E. Poiché l’infezione è generalmente acuta, in genere si risolve da sola. Alle persone con questo tipo di infezione viene generalmente consigliato di riposare adeguatamente, bere molti liquidi, mangiare nutrienti adeguati ed evitare l’alcool. Tuttavia, le donne in gravidanza che sviluppano questa infezione richiedono un attento monitoraggio e cure.

Epatite autoimmune

I corticosteroidi come il prednisone o la budesonide sono estremamente importanti nel trattamento precoce dell’epatite autoimmune. Sono efficaci in circa l’80% delle persone con questa condizione.

La nitrogenopirina (Imuran), un farmaco immunosoppressore, è spesso inclusa nel trattamento. Può essere usato con o senza steroidi.

Altri farmaci immunosoppressori come micofenolato (CellCept), tacrolimus (Prograf) e ciclosporina (Neoral) possono anche essere usati come alternativa all’azatioprina per il trattamento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here