Cancro ai reni

I tuoi reni sono due organi a forma di fagiolo situati a sinistra e a destra del tuo corpo, ognuno dei quali ha le dimensioni del tuo pugno.

Il cancro è la crescita incontrollata e la riproduzione delle cellule nel corpo. Come risultato di questa crescita incontrollata, si forma un tumore. Se le cellule tumorali crescono nel rene, questo si chiama cancro del rene.

Esistono diversi tipi di cancro ai reni. Questi includono:

  • Il carcinoma renale più comune negli adulti è il carcinoma a cellule renali. Si verifica nel rivestimento di canali molto piccoli nel rene. Circa il 90% di tutti i tumori renali è carcinoma a cellule renali. Esistono molti diversi tipi di carcinoma a cellule renali. I tipi più comuni sono carcinoma a cellule chiare, carcinoma a cellule renali cromofobe e carcinoma a cellule renali papillari.
  • I tumori situati al centro del rene sono noti come carcinoma a cellule transizionali.
  • Il tumore di Wilms è un tumore al rene che si manifesta in bambini molto piccoli.

Il carcinoma renale di età inferiore ai 45 anni è molto raro. L’età media della diagnosi nel carcinoma renale è di circa 65 anni. È più comune negli uomini che nelle donne.

Sintomi del cancro del rene

Il cancro del rene raramente causa segni o sintomi nelle sue fasi iniziali. In molti casi, la diagnosi viene fatta durante gli esami di routine o la ricerca di un’altra malattia. L’aumento della frequenza del carcinoma renale negli ultimi anni è stato attribuito all’uso più frequente di test di imaging come la tomografia computerizzata. All’aumentare della frequenza di imaging, viene fornita la diagnosi di carcinoma renale in fase iniziale.

Sintomi comuni di carcinoma renale:

  • Sangue nelle urine
  • Dolore prolungato alla schiena o ai fianchi
  • Perdita di appetito
  • Perdita di peso inspiegabile
  • fatica
  • Solitamente febbre in entrata e in uscita (intermittente)
  • anemia

Cause di cancro ai reni

Non è chiaro quale sia la causa più comune di carcinoma renale, carcinoma a cellule renali, ma esistono diversi fattori di rischio.

I medici sanno che il cancro del rene è iniziato a seguito di mutazioni nel DNA di alcune cellule tumorali. Le mutazioni dicono alle cellule di crescere e dividersi rapidamente. Accumulare cellule anormali forma tumori nel rene. Alcune cellule possono diffondersi in parti distanti del corpo (metastatizzare).

I fattori che possono aumentare il rischio di cancro ai reni includono:

  • Invecchiamento: il  rischio di cancro ai reni aumenta con l’età.
  • Fumo: i  fumatori hanno un rischio maggiore di cancro ai reni rispetto ai non fumatori. Dopo aver smesso, il rischio è ridotto.
  • Obesità: le  persone obese hanno un rischio più elevato di carcinoma renale rispetto a quelle che sono considerate di peso medio.
  • Alta pressione sanguigna (ipertensione):  la pressione alta aumenta il rischio di cancro ai reni.
  • Trattamento dell’insufficienza renale: le  persone che assumono la dialisi a lungo termine per il trattamento dell’insufficienza renale cronica hanno un rischio maggiore di sviluppare il cancro del rene.
  • Alcune sindromi ereditarie: le  persone nate con alcune sindromi ereditarie possono avere un aumentato rischio di cancro ai reni, come quelli con malattia di von Hippel-Lindau, sindrome di Birt-Hogg-Dube, complesso di sclerosi tuberosa, carcinoma ereditario a cellule renali o carcinoma renale familiare.
  • Storia familiare di carcinoma renale:  anche in assenza di una sindrome ereditaria, le persone con una forte storia familiare di cellule renali hanno un rischio maggiore di carcinoma renale.
  • Esposizione a determinate sostanze sul luogo di lavoro:  ciò può comprendere, ad esempio, l’esposizione a cadmio o erbicidi specifici.

Diagnosi del cancro del rene

Sfortunatamente, non esistono esami del sangue o delle urine che rilevano direttamente il carcinoma renale. Spesso, i tumori vengono rilevati durante lo screening di routine per le persone con rischi genetici o quando vedono un medico per un problema renale non correlato.

  • Esame fisico e anamnesi di malattia  : il medico esaminerà il tuo corpo per verificare la tua salute generale. Controlla anche il gonfiore o qualsiasi altra cosa che sembra insolita. Ti chiede delle tue abitudini di salute, malattie e trattamenti passati.
  • Esame ecografico  : un’immagine dei tuoi reni e organi può essere presa prima con un’ecografia. Qui, le onde sonore ad alta energia (ultrasuoni) rimbalzano e creano immagini da tessuti o organi interni.
  • Esami del sangue  : i campioni di sangue vengono controllati dagli organi per cercare determinate sostanze rilasciate nel sangue. Se gli importi sono più alti o più bassi del normale, questo è un segno di malattia.
  • Analisi delle  urine: il campione di urina viene testato per verificarne il colore e il contenuto. Livelli insoliti di zucchero, proteine, globuli rossi e globuli bianchi possono indicare un problema.
  • Test di funzionalità epatica  : viene controllato un campione di sangue per misurare gli enzimi rilasciati dal fegato. Livelli insoliti possono essere un segno che il cancro si è diffuso al fegato.
  • Pielogramma endovenoso (IVP) : viene eseguita una radiografia del rene, dell’uretere e della vescica per vedere se c’è il cancro. L’agente di contrasto viene iniettato attraverso una vena. Si muove tra questi organi e viene presa una radiografia per cercare blocchi.
  • Scansione TC : questa procedura crea una serie di immagini dettagliate prese da diverse angolazioni all’interno del corpo. Un mezzo di contrasto può essere utilizzato per aiutare a vedere più chiaramente organi o tessuti.
  • Risonanza magnetica (risonanza magnetica) : in questo esame di imaging, un magnete, onde radio e un computer vengono utilizzati per creare immagini dettagliate di organi. Il medico avrà una visione più chiara di escrescenze anormali attraverso queste immagini.
  • Biopsia  : la biopsia viene eseguita rimuovendo le cellule o i tessuti di un organo. Il campione viene esaminato da un patologo al microscopio. Il patologo verifica la presenza di segni di cancro. Per il carcinoma renale, un ago sottile viene inserito nel tumore e un campione di tessuto viene prelevato per la biopsia.

Stadiazione del carcinoma renale

Una volta che il medico ha identificato una lesione renale che può avere un carcinoma renale, il passo successivo è determinare il grado (stadio) del tumore. I test di stadiazione per il carcinoma renale possono includere ulteriori scansioni TC o altri test di imaging che il medico ritiene appropriati.

Quindi il medico assegnerà un numero chiamato cancro allo stadio. Le fasi del cancro del rene includono:

  • Fase I.  In questa fase, il tumore può avere un diametro fino a 7 cm. Il tumore è limitato al rene.
  • Fase II Il carcinoma renale in stadio II è più grande del tumore in stadio I, ma è ancora limitato al rene.
  • Fase III In questa fase, il tumore si diffonde oltre il rene nel tessuto circostante e può anche essersi diffuso ai linfonodi vicini.
  • Fase IV Il cancro si diffonde al di fuori del rene, di più linfonodi o di aree remote del corpo, come ossa, fegato o polmoni.

Trattamento del cancro del rene

Il piano di trattamento che scegli con il tuo medico dipende da molte cose:

  • Tipo e stadio del tumore
  • la tua età
  • La tua storia generale di salute e salute
  • La tua anatomia (anatomia del tuo sistema di raccolta dei reni)

Le opzioni di trattamento includono:

  • Guarda e aspetta (sorveglianza attiva)
  • Ablazione del tumore renale (congelamento o calore)
  • Chirurgia per rimuovere il tumore
  • Terapia mirata per uccidere le cellule tumorali
  • Immunoterapia / terapia biologica per uccidere le cellule tumorali
  • chemioterapia
  • Radiazioni per alleviare dolore e sintomi
  • Uno studio clinico per provare un nuovo trattamento

Quando il carcinoma renale viene catturato in anticipo, le possibilità di un trattamento chirurgico sono buone.

Metodi di trattamento chirurgico nel carcinoma renale

La chirurgia è il trattamento principale per la maggior parte dei tumori renali per rimuovere il tumore e mantenere la normale funzionalità renale. Le procedure chirurgiche utilizzate per il trattamento del carcinoma renale possono includere:

  • Rimozione del rene interessato (nefrectomia). Una nefrectomia completa (radicale) comporta la rimozione dell’intero rene, un bordo di tessuto sano e talvolta tessuti aggiuntivi nelle vicinanze, come linfonodi, ghiandole surrenali o altre strutture. Il chirurgo può eseguire una nefrectomia attraverso una singola incisione addominale o laterale (nefrectomia aperta) o una serie di piccole incisioni nell’addome (nefrectomia laparoscopica o laparoscopica assistita roboticamente).
  • Rimozione del tumore dal rene (nefrectomia parziale). Il metodo chirurgico, chiamato anche chirurgia del rene o del nefrone, rimuove un piccolo margine di tessuto sano che circonda il tumore e l’intero rene. Può essere fatto come una procedura aperta o laparoscopicamente o con l’aiuto di un robot. La chirurgia salva-rene è un trattamento comune per i tumori del rene piccolo e può essere un’opzione se hai un solo rene. Ove possibile, la chirurgia salva-rene è spesso preferita rispetto a una nefrectomia completa per mantenere la funzione renale e ridurre il rischio di successive complicanze come la malattia renale e la necessità di dialisi.

Il tipo di intervento chirurgico raccomandato dal medico dipenderà dal tumore, dallo stadio e dalla salute. La chirurgia comporta un rischio di sanguinamento e infezione.

Quando il cancro è limitato al rene, la chirurgia è di solito l’unico trattamento necessario. Non sono richiesti farmaci o radioterapia. Tutto ciò che serve è un follow-up di routine.

Trattamenti non chirurgici

Per alcune persone, sono disponibili opzioni alternative per eliminare i piccoli tumori senza chirurgia. Queste opzioni includono:

  • Trattamento delle cellule tumorali mediante congelamento (crioablazione): durante la crioablazione  , uno speciale ago cavo viene inserito nella pelle e nel tumore del rene mediante ultrasuoni o altra guida per immagini. Il gas freddo nell’ago viene utilizzato per raffreddare o congelare le cellule tumorali.
  • Terapia del calore delle cellule tumorali (ablazione con radiofrequenza):  durante l’ablazione con radiofrequenza, una sonda speciale viene inserita nella pelle e nel tumore renale usando gli ultrasuoni o un’altra immagine per dirigere il posizionamento della sonda. Una corrente elettrica viene inviata dall’ago e dalle cellule tumorali, causando il riscaldamento o la combustione delle cellule.

Queste procedure possono avere vantaggi per alcuni pazienti e sono una potenziale opzione per le persone senza altre procedure chirurgiche e con piccoli tumori renali.

Terapie avanzate e ricorrenti per il carcinoma renale

Il carcinoma renale ricorrente e il carcinoma renale che si diffondono ad altre parti del corpo non possono essere curati, ma possono essere controllati dal trattamento. In questi casi, i trattamenti possono includere:

  • Intervento chirurgico per rimuovere il tumore renale il più possibile:  anche se l’intervento chirurgico non è in grado di eliminare tutto il tumore, in alcuni casi può essere utile ottenere il più possibile il tumore. L’intervento può anche essere usato per rimuovere il cancro che si è diffuso in un’altra parte del corpo.
  • Medicinali che utilizzano il sistema immunitario per combattere il cancro (terapia biologica): la  terapia biologica (immunoterapia) utilizza il sistema immunitario del corpo per combattere il cancro. Le medicine in questa categoria includono interferone e aldesleuchina (Proleukin), che sono versioni sintetiche di sostanze chimiche prodotte nel tuo corpo. Nivolumab (Opdivo) è un’immunoterapia a volte usata per trattare il carcinoma a cellule renali avanzato.
  • Terapie mirate: le terapie  mirate bloccano specifici segnali anomali trovati nelle cellule tumorali renali e consentono loro di moltiplicarsi. Questi farmaci sono promettenti nel trattamento del carcinoma renale che si è diffuso ad altre parti del corpo. Le droghe mirate cabozantinib (CaboMetyx), axitinib (Inlyta), bevacizumab (Avastin), pazopanib (Votrient), sorafenib (Nexavar) e sunitinib (Sutent) bloccano i segnali che svolgono un ruolo nella crescita dei vasi sanguigni che nutrono e consentono alle cellule tumorali. Temsirolimus (Torisel) ed everolimus (Afinitor) sono farmaci bersaglio che bloccano un segnale che consente alle cellule tumorali di crescere e sopravvivere. I ricercatori continuano a esplorare come i pazienti con determinati geni possano rispondere a terapie specifiche mirate.
  • Radioterapia:  la radioterapia utilizza raggi di energia ad alta potenza, come i raggi X, per uccidere le cellule tumorali. La radioterapia viene talvolta utilizzata per controllare o ridurre i sintomi del cancro del rene che si sono diffusi ad altre parti del corpo, come le ossa e il cervello.
  • Studi clinici: a  seconda del tipo di tumore, dello stadio del cancro e della prognosi, il medico può informarti sugli studi clinici pertinenti. Alcuni studi clinici valutano la sicurezza e l’efficacia di potenziali trattamenti. Altri studi clinici cercano di trovare nuovi modi per prevenire o rilevare la malattia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here