Cos’è l’analgesico?

Gli analgesici sono medicinali usati per alleviare il dolore. Conosciuto anche come antidolorifici. Tecnicamente, il termine analgesico si riferisce a un farmaco che consente di eliminare il dolore senza addormentarsi o perdere conoscenza.

Molti diversi tipi di farmaci hanno proprietà antidolorifiche e gli esperti tendono a raggruppare insieme farmaci che funzionano allo stesso modo. I due antidolorifici più comuni sono i farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS) e gli oppioidi (narcotici), ma di più.

A volte gli esperti possono raggruppare gli analgesici in base alla loro forza o alla loro forza. Un esempio è la scala analgesica dell’Organizzazione mondiale della sanità. Secondo l’approccio graduale dell’Organizzazione mondiale della sanità per alleviare il dolore, analgesici non oppioidi come acetaminofene e FANS per dolore da lieve a moderato, oppioidi deboli come codeina, diidrocodina o tramadolo per dolore da moderato a grave, ossicodone e morfina per dolore acuto vengono usati forti oppioidi.

Gli effetti degli analgesici di solito iniziano tra 10-30 minuti e continuano tra 1-6 ore.

A cosa servono gli analgesici?

Gli analgesici possono essere assunti per alleviare il dolore causato da un’ampia varietà di condizioni come:

  • Appendicite
  • Cancro
  • Condizioni congenite come la curvatura della colonna vertebrale
  • Fibromialgia
  • Malattia della cistifellea
  • Disturbi gastrointestinali
  • Mal di testa
  • Dolore causato da tecniche di sollevamento errate
  • infezione
  • numero
  • Emicrania
  • Sclerosi multipla
  • Danni ai nervi
  • calcificazione
  • Sindromi dolorose
  • Cattiva postura
  • Artrite reumatoide
  • Distorsioni
  • Ceppi
  • Chirurgico
  • Trauma
  • Mal di denti
  • Pulizia e debridement delle ferite.

È importante notare che non tutti gli analgesici sono adatti a tutte queste situazioni.

Quali sono le differenze tra analgesici?

Gli analgesici sono divisi in diversi tipi in base al modo in cui funzionano e al loro potenziale (quanto sono forti). Ci sono anche differenze nel modo in cui il corpo viene assorbito, disperso, metabolizzato ed escreto.

All’interno della stessa classe di analgesici (ad esempio i FANS), ci sono differenze negli effetti collaterali, nella potenza e nella probabilità del percorso da prendere (ad esempio, per via orale, topicamente, per iniezione).

Di seguito sono elencate sette diverse classi di analgesici:

  • Combinazioni analgesiche (include combinazioni analgesiche narcotiche)
  • Agenti antimicrania
  • Inibitori di Cox-2
  • Vari analgesici
  • Analgesici narcotici
  • Farmaci antinfiammatori non steroidei (FANS)
  • Salicilati. 1. Combinazioni analgesiche, comprese combinazioni analgesiche narcotiche

Combinazioni analgesiche : descrive l’uso di analgesici con altri analgesici, in combinazione con altre sostanze che aumentano l’effetto analgesico (come la caffeina) o inducono il sonno o altri effetti desiderati.

Quali sono gli effetti collaterali degli analgesici?

Il rischio di sperimentare effetti collaterali dipende dal tipo di analgesico che assumi e da quanto tempo lo prendi.

Gli effetti collaterali comuni degli analgesici possono includere:

  • costipazione
  • sonnolenza
  • vertigini
  • nausea
  • bruciore di stomaco
  • Irritazione dello stomaco e dell’intestino
  • Ronzio nelle orecchie
  • Prurito o eruzione della pelle
  • Secchezza delle fauci

Gli effetti collaterali più rari degli analgesici possono includere:

  • Anemia
  • Emorragia
  • Orticaria
  • Anfailksi
  • Orologio
  • Cellulun fresco
  • Broncospasmo
  • Anoressia
  • Danno al fegato

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here